Quantcast

Terzo settore: serve incontro per Contratti Istituzionali di Sviluppo

Il Forum scrive ad Abramo e De Marco per sollecitare alcuni punti e temi


A scrivere all’amministrazione Provinciale è Giuseppe Apostoliti, presidente del Forum del Terzo settore della provincia di Catanzaro. Argomento di discussione sono i famosi Cis, Contratti Istituzionali di Sviluppo introdotti dall’ex ministro per il Sud Barbara Lezzi e in fase di attuazione. La richiesta del Terzo settore è un incontro perché i contratti vengano effettivamente attuati.

“Questo Forum del Terzo Settore, parte attiva del CIS, interprete da sempre delle problematiche che affliggono il nostro territorio e proteso, come d’altronde la gran parte degli enti locali della nostra provincia, al miglioramento della qualità dei servizi e della vita dei cittadini – è scritto nella lettera inviata a Sergio Abramo, presidente della Provincia, e Antonio De Marco, responsabile unico Sportello Europa – intende avviare un’approfondita riflessione e un conseguente confronto con codesta Amministrazione Provinciale”. 

La lettera prosegue spiegando gli intenti del Forum: “Si tratta di un’iniziativa fortemente collaborativa per apportare, in fase di esecuzione dei progetti, un ulteriore contributo di idee e di proposte che, dal nostro punto di vista, potranno integrare e valorizzare quanto già pervenuto a codesto Ente. Ci muove uno spirito di collaborazione ed il profondo convincimento che Catanzaro e provincia in questo momento hanno una grande occasione, grazie anche alla notevole quantità di risorse disponibili, che non va sprecata perché indispensabile al superamento degli ostacoli che impediscono lo sviluppo del nostro territorio. E’ molto realistico affermare, infatti, che oggi più di ieri può avviarsi una svolta decisiva in direzione della crescita civile, economica e sociale di un contesto territoriale sicuramente bene dotato di notevoli risorse umane, ambientale e naturali da sempre colpevolmente e a vari livelli sottovalutate”. 

Poi la richiesta dell’incontro con Abramo e De Marco per discutere dei seguenti temi: 
a) impatto degli interventi con i progetti definitivi di sviluppo urbano della città di Catanzaro e dei comuni della provincia, nell’ottica dell’integrazione possibile di tematiche prioritarie dello sviluppo sostenibile ed economico-gestionale; 
b) recupero e rifunzionalizzazione degli edifici, atti anche a garantire la disponibilità di tutte le infrastrutture nella logica dell’integrazione delle tipicità e delle culture locali; 
c) misure di integrazione dei soggetti deboli nelle attività economiche e sociali del territorio; 
d) sviluppo, all’interno dei progetti, del tema della rigenerazione urbana, applicata alle aree di marginalità territoriale; 
e) strutturazione di un percorso virtuoso che abbia la funzione di connettere il territorio e di uscire dalla dimensione di città quartiere, legandosi allo sviluppo dei progetti di mobilità urbana in atto; 
f) fornire un forte input per la costruzione di una “nuova Catanzaro” che parta dalla valorizzazione del territorio e si proietti realmente nella dimensione di capoluogo di Regione.