Quantcast

Diario elettorale: fioccano i programmi e le presentazioni

Domani Aiello a Catanzaro, sabato Callipo a Lamezia e Santelli a Reggio


di Lello Nisticò

La campagna elettorale più corta della storia (parola grossa, ma tutto è relativo …) sta producendo i suoi effetti collaterali nella programmazione ad alta velocità di conferenze di presentazione e produzione a spron battuto di programmi. 

Nell’ordine oggi si sono prodigati Francesco Aiello candidato per M5S e Civica a seguito, Pippo Callipo ha pubblicato il programma della sua colazione comprendente Pd, Io resto in Calabria e Democratici e Progressisti, mentre l’esordio di Jole Santelli è previsto per sabato a Reggio Calabria attorniata dai candidati consiglieri del centrodestra della Circoscrizione Sud, guest star Mariastella Gelmini.

Francesco Aiello, nel presentare i candidati della Circoscrizione Nord delle due liste che lo sostengono, M5S e Calabria Civica, si è trovato servito sul piatto l’aggancio alla stretta attualità, con la fosca vicenda dell’ex prefetto di Cosenza Galeone, da oggi agli arresti domiciliari nella sua Taranto. «È un fatto angosciante – ha detto il professore -. La vicenda conferma che in Calabria c’è un’emergenza di legalità, rispetto alla quale sono certo che il governo darà presto risposte efficaci alla comunità calabrese, che ha bisogno di una presenza limpida dello Stato». Per essere certissimo, poi, il professore ne parlerà con il capo politico e ministro degli Esteri Di Maio. Intanto «a prescindere dagli sviluppi giudiziari, il caso, che si aggiunge al pesantissimo quadro, riguardante altri, risultante dall’inchiesta Rinascita Scott, deve indurre tutta la politica e l’informazione, che ha un ruolo essenziale, a considerare a fondo l’estrema gravità della situazione calabrese. Qui si rischia di perdere la credibilità delle istituzioni e di allontanare per sempre i cittadini dallo Stato. Dobbiamo compiere ogni sforzo per intervenire al meglio sul terreno politico, istituzionale e culturale. Non si può perdere tempo. In Calabria servono azioni concrete e immediate per preservare le istituzioni pubbliche». Aiello da Cosenza si è poi spostato a Catanzaro dove nel Salotto culturale di via Settembrini ha presenziato, insieme al senatore Giuseppe Fabio Auddino, a una iniziativa della deputata Cinquestelle Bianca Laura Granato sulla scuola a pochi giorni dalle dimissioni del ministro Fioramonti e dallo sdoppiamento del ministero. Una anticipazione della kermesse di domani, sempre a Catanzaro, dove alla Casa delle Culture il professore presenterà liste e programmi: «L’occasione – ha detto in proposito il coordinatore elettorale Paolo Parentela – servirà a conoscere le nostre proposte di cambiamento reale della Regione Calabria e intanto le priorità cui intendiamo dedicarci nei primi mesi: sanità, lavoro, agevolazioni per le imprese, riforma della burocrazia regionale, anticorruzione, tutela dell’ambiente, sistema dei trasporti, valorizzazione della cultura e programmazione turistica sulla base delle specificità dei singoli territori. Rinunceremo, come abbiamo già detto, agli affidamenti diretti e renderemo pubblici e immediatamente consultabili tutti gli atti della Regione, finora addirittura, in alcuni casi, coperti da omissis».

Dicevamo del programma, pubblicato da Pippo Callipo sulla sua pagina Facebook presidenziale. Considerate le premesse dei giorni scorsi, ci si aspettava una noticina striminzita. Invece il programma ha una sua consistenza nel numero di pagine. Sulla qualità non c’è da dubitare, volendo prestare fede a quanto dichiarato dallo stesso candidato del centro sinistra sulla bontà di tutti i programmi. Semmai, la pecca sta nella loro mancata attuazione. Sintetizzando di parecchio, sono dieci i punti sui si fonda il programma elettorale di Callipo, dalla legalità alla sanità, dall’occupazione alla cultura e all’ambiente, dalle infrastrutture alla Zes incentrata sul porto di Gioia Tauro. Secondo Callipo «la cultura della legalità è un fattore essenziale di coesione e un prerequisito per lo sviluppo, la trasparenza nelle scelte e nelle procedure è fondamentale per la legalità, per attuare politiche rispondenti agli interessi generali e per non lasciare spazi a privilegi, favoritismi, clientelismi. Tra gli obiettivi: velocizzare i tempi di attuazione dei bandi e di aggiudicazione degli appalti; snellire le procedure per l’avvio di attività economiche e autorizzazioni; ridurre i tempi di pagamento dei debiti verso i fornitori». Il secondo punto del programma elettorale di Callipo è «Sanità e politiche sociali: un impegno di civiltà: migliorare la qualità dei servizi sanitari della nostra regione è un obiettivo fondamentale e ineludibile. La lunga gestione commissariale non ha risolto i problemi finanziari, mentre lo standard medio dei servizi sanitari rimane carente. Nell’immediato, sarà necessario dialogare con la gestione commissariale, perché’ le azioni di risanamento economico siano contemperate con la necessità di fornire servizi di cura adeguati ai calabresi, anche al fine di ridurre la mobilità sanitaria. In prospettiva, superata la gestione commissariale, si renderà necessaria una profonda riorganizzazione del settore». Seguono poi i punti riguardanti: Sviluppo e occupazione, investire nel futuro: istruzione e cultura, ambiente, turismo, trasporti, la Zes, le aree interne, i fondi europei. Callipo presenterà liste e programmi sabato mattina al T Hotel vicino Lamezia Terme

Sempre sabato mattina nella sala Calipari di Palazzo Campanella, sede del Consiglio Regionale della Calabria, la coalizione d centro destra presenterà i candidati del collegio Calabria Sud «lanciando la sfida – si legge in una nota – alla sinistra uscente, a tre settimane dal voto, nella città in cui la sinistra governa tutto da cinque anni, la sfida è doppia in vista delle prossime elezioni comunali della primavera, un importante segnale di attenzione del centro/destra (sic) calabrese alla città di Reggio e alla sua Provincia. All’incontro di sabato ci sarà Jole Santelli, candidata a presidente della Regione Calabria, nella sua prima uscita pubblica dopo la candidatura, e i rappresentanti di tutti i partiti: Francesco Cannizzaro (Forza Italia), Edmondo Cirielli (Fratelli d’Italia), Emiliano Imbalzano (Lega) e Luigi Fedele (UDC), per una coalizione che è pronta a dare un importante risultato che dalla Calabria si proietterà all’Italia intera, viste le evidenti ricadute politiche di queste consultazioni locali». All’incontro parteciperà anche Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati.