Quantcast

Zero informazioni per turisti: chiusi gli infopoint degli aeroporti

La situazione riguarda sia lo scalo di Lamezia Terme che quello di Reggio Calabria gestiti entrambi dalla Sacal


Chiusi da inizio anno gli infopoint degli aeroporti di Lamezia Terme (CZ) e di Reggio Calabria, punti che dovrebbero fornire assistenza a chi arriva negli scali Calabresi. 

In quello di Lamezia, sede della Sacal, gestore degli aeroporti calabresi, l’infopoint sta vivendo un calvario dal mese di aprile 2019, con buona pace di chi atterra e vorrebbe essere indirizzato o solo consigliato su cosa visitare. 

Addirittura, da giorni, coloro che necessiterebbero di informazioni non ricevono più nemmeno l’assistenza telefonica contattando il numero telefonico 0968.414385 che sembrerebbe non risultare più presidiato.

In questi giorni si giustifica la chiusura con un generico cartello “Chiuso per Inventario”, ma di fatto bisogna ricordare che la Regione aveva deciso, nei mesi scorsi, di affidare il servizio direttamente a Sacal solo fino a fine dicembre.

La stessa società che gestisce gli scali aeroportuali, tramite centro per l’impiego, aveva indetto un bando, con il quale erano state selezionate sette addetti: quattro per l’infopoint di Lamezia e tre per quello reggino, con contratto di due mesi, dall’ 01 novembre al 31 dicembre 2019, giovani calabresi ai quali era stata richiesta un’ottima conoscenza della lingua inglese ed eventualmente anche di altre lingue straniere nonché esperienza in materia di turismo.

Oggi purtroppo rimane la cattiva immagine data ai viaggiatori degli scali aereoportuali che non forniscono un servizio utile ad un territorio che sta cercando il rilancio della propria economia anche con il turismo, professionalità uniche che di fatto non vengono valorizzate per come dovrebbero.

Ci auguriamo che questa chiusura non sia il preludio di un ennesimo calvario, sia per i lavoratori, sia per coloro che utilizzavano le informazioni da essi fornite.

F.V.