A Catanzaro arriva anche il nuoto sincronizzato

Grazie alla determinazione della Calabria Swim Race cresce e si sviluppa anche questa disciplina


Si affaccia anche, nel panorama delle attività acquatiche catanzaresi, il nuoto sincronizzato. Nelle piscine di Catanzaro e Giovino, infatti, grazie alla determinazione della Calabria Swim Race cresce e si sviluppa anche questa disciplina. Ma accanto a chi muove i primi passi, la società catanzarese del presidente Domenico Gallo ha inteso assorbire tra i ranghi del settore agonistico anche atlete di confermata esperienza regionale.

I risultati, infatti, al primo appuntamento stagionale non si sono fatti attendere. In quel di Rende, Elena Sofia Racco (cat. Ragazze) e Sofia Astorino (cat. Esordiente A), sotto la guida del tecnico Gabriella Latini e della collaboratrice Paola Noce, hanno conseguito rispettivamente il brevetto della quarta e terza Stella del cosiddetto Sistema organizzato Federazione Italiana Nuoto.

Un passo importante per certificare la crescita in questo sport ad elevata valenza tecnica combinatoria. Atlete di sicuro valore visto che giungono in terra catanzarese con un trascorso di tutto rispetto nonostante la giovane età. Elena Sofia Racco, già campionessa regionale nella sua categoria nel precedente anno, è la prima sincronette calabrese ad aver raggiunto il traguardo della Stella 4, che prevede ben due figure sulla verticale, mentre Sofia Astorino è stata, tra il 2018 e il 2019, la prima calabrese a conseguire le Stelle 1 e 2.

Le sfide, però, non finiscono qui. I prossimi appuntamenti vedranno il debutto in casacca giallorossa di altre atlete in questo percorso, che si preannuncia  ricco di soddisfazioni.