Quantcast

Danneggia locali dell’ospedale ed evade dai domiciliari

I carabinieri lo hanno immediatamente rintracciato


Si è presentato presso il locale ospedale “Giovanni Paolo II” di Lamezia Terme e, in evidente stato di alterazione psico–fisica, aveva iniziato a danneggiare porte, finestre e qualunque suppellettile gli capitasse a tiro fino a quando è stato notato da un agente del locale Commissariato di P.S., che non era in servizio, ma nonostante tutto gli ha intimato di fermarsi. A quel punto S.H., cl.98 originario del Gambia, invece di calmarsi ha afferrato un’asta di ferro brandendola contro il poliziotto che, nel frattempo, aveva richiesto rinforzi.

Immediatamente è giunta sul posto una pattuglia della Sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Lamezia Terme che ha bloccato il cittadino straniero il quale è stato poi tratto in arresto per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale e tradotto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Solo poche ore dopo essere stato ristretto presso il proprio domicilio, però, i Carabinieri lo hanno sorpreso passeggiare tranquillamente per le vie del centro. I militari, pertanto, lo hanno nuovamente arrestato per evasione.