Quantcast

Lesioni da presunte violenze, bimbo ricoverato al Pugliese

I medici dell’ospedale e la Polizia indagano per capire cosa sia accaduto ad un ragazzino catanzarese

 

di Giulia Zampina

Non sono compatibili con una caduta, né con altro incidente che possa accadere ad un bimbo. Proprio no. Ecco perché quel piccolino ora è sotto stretta osservazione da parte dei medici del Pugliese che, ritenendo che ci siano delle contraddizioni tra il racconto dei genitori e le lesioni presentate dal bimbo, hanno segnalato il caso all’ufficio minori della Questura che ora sta procedendo, per quanto di competenza ad andare a fondo.

La vicenda nasce dal primo ricovero del bimbo. Appena i medici si rendono conto che qualcosa non torna iniziano a fare domande più specifiche alla mamma che più volte si contraddice. Mercoledì arbitrariamente i genitori portano via il bambino dal reparto.

A quel punto l’ospedale Pugliese avvia tutte le procedure, i poliziotti rintracciano la famiglia e riportano il bimbo in ospedale. Ed è lì che un’altra volta i medici, tramite esami diagnostici, si rendono conto che la vicenda è più triste e tragica di quanto possa sembrare.

Nelle prossime ore medici e poliziotti definiranno i contorni delle presunte violenze subite da un ragazzino catanzarese, costretto, suo malgrado, a vivere la più terribile delle esperienze.