Sindaci della Presila: ‘Sciame sismico preoccupa le nostre comunità’

Stiamo lavorando in maniera coordinata e condivisa così che il nostro territorio abbia in toto le stesse opportunità e colmate le stesse esigenze

“Lo sciame sismico che da ormai 20 giorni è in atto nella Presila catanzarese sta preoccupando e non poco i cittadini dei nostri Comuni”. E’ quanto si legge in una nota congiunta dei sindaci di Albi, Fossato Serralta, Sorbo San Basile, Pentone, Taverna, Magisano.

“Nel nostro ruolo di Sindaci siamo tutti impegnati nel cercare di dare risposte concrete senza per questo sfociare nei soliti slogan anacronistici. Le nostre comunità necessitano di operatività e sinergie così da promuovere azioni di sensibilizzazione e di informazione: queste sono le nostre priorità. Stiamo lavorando in maniera coordinata e condivisa così che il nostro territorio abbia in toto le stesse opportunità e colmate le stesse esigenze.

Fin da subito – scrivono i primi cittadini-  ci siamo attivati con le verifiche delle scuole e delle aree pubbliche cercando di sensibilizzare anche i cittadini al monitoraggio delle abitazioni con eventuali segnalazioni di problematiche varie. Siamo stati e siamo in stretto contatto con la Protezione Civile Regionale che non sta mancando in presenza e collaborazione.

Abbiamo realizzato nei nostri centri incontri con esperti, geologi e tecnici, e fatta divulgazione attraverso i canali social e i siti comunali. Molti hanno già realizzato ed altri lo stanno facendo, brochure informative con i corretti comportamenti durante e dopo eventuali sismi, nonché l’indicazione delle aree di attesa e di raccolta. Abbiamo dato visibilità ai nostri Piani di Protezione civile, per quanti erano già dotati, altri li stanno definendo ed approvando.

Gli stessi piani più datati sono in corso di adeguamento alle normative vigenti. In diversi centri si è provveduto all’autocensimento delle disabilità e degli anziani in situazione di debolezza. Abbiamo attivato le associazioni di Protezione civile presenti sul territorio, Gli Angeli della Sila e i Lupi della Sila. Considerando inoltre fondamentale il supporto operativo alle nostre scuole, abbiamo incontrato il Dirigente Scolastico dell’Ic Taverna, così da promuovere strategie comuni e azioni condivise. Pur consapevoli del particolare momento che le nostre comunità stanno vivendo, cerchiamo di non creare allarmismi, di promuovere positività e unione di intenti.

Continueremo a fare questo e a realizzare tutto ciò che servirà nell’unica convinzione che le comunità che rappresentiamo vogliono normalità, azione e sostegno, e mai clamori ed esasperazioni.