Quantcast

Riconoscimento internazionale per la stilista calabrese Di Lorenzo

Tutto orgogliosamente calabrese lo staff della stilista, a cominciare dal team di sarte, dall’assistente Rosy Vono, dalla truccatrice Erica Fuda, dal produttore Vittorio Davoli della Otherwise by Overview

Dalla Calabria al Giappone, passando per Milano. E’ questo il volo onirico compiuto da Azzurra Di Lorenzo, una delle stiliste italiane più apprezzate che ha avuto l’ennesima consacrazione internazionale al World Of Fashion di Roma. A Palazzo Brancaccio, la sua nuova collezione, ispirata all’Hanami giapponese, ha letteralmente incantato la platea di esperti giunti da ogni parte del mondo.

Azzurra è stata la prima italiana a sfilare con la collezione PE 2020, ispirata concettualmente all’Hanami, l’antica usanza giapponese dell’osservazione dei fiori, una riflessione sulla transitorietà della vita stessa: la bellezza arriva al suo massimo al suo culmine, poco prima di sfiorire. Una collezione malinconica ed elegante, un tripudio di organza, sete e toni pastello.

La special guest della stilista calabrese è stata l’attrice Patrizia Pellegrino, mentre un abito della collezione è stato indossato dall’attrice Jennifer Mischiati, protagonista insieme a Gerarld Depardieu di un film italiano “Creators – The past” in uscita il prossimo 19 marzo.

Tutto orgogliosamente calabrese lo staff della stilista, a cominciare dal team di sarte, dall’assistente Rosy Vono, dalla truccatrice Erica Fuda, dal produttore Vittorio Davoli della Otherwise by Overview.

Azzurra non ha mai troncato il legame con la sua terra. Il ricordo della merceria di famiglia, dove ha iniziato ad armeggiare con pizzi e merletti, l’accompagna costantemente nella sua avventura professionale. Milanese d’adizione, ma testardamente calabrese, tanto da avere affiancato al suo atelier di via Vallarsa, a due passi dalla Fondazione Prada, un atelier anche a Soverato, la dove c’è il mare che l’ispira.