Quantcast

Sorpresi in auto con merce rubata: arrestata coppia, refurtiva restituita

I due giovani ritenuti responsabili di furto aggravato in abitazione

I Carabinieri della Stazione di S. Andrea Apostolo dello Ionio , unitamente ai colleghi della Sezione Radiomobile della Compagnia di Soverato e della Stazione di Satriano, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, S. M.,  30enne, e R. S., 26enne, entrambi di Catanzaro, ritenuti responsabili di furto aggravato in abitazione.
Nel corso del pomeriggio di ieri, i Carabinieri operanti, impegnati nell’ambito di un servizio finalizzato alla prevenzione e al contrasto dei reati contro il patrimonio, hanno notato una Fiat Panda, con a bordo i due catanzaresi, che si aggirava in modo sospetto in un’area periferica del comune di S. Andrea Apostolo dello Ionio. Alla vista della pattuglia, il conducente del veicolo effettuava una repentina manovra per invertire il senso di marcia.

Raggiunti subito dopo nel territorio del vicino comune di Badolato, i Carabinieri, a seguito di perquisizione rinvenivano a bordo del mezzo due motoseghe, una saldatrice, un trapano professionale, una borsa contenente pinza e tenaglie e 10 kg di salumi. Il materiale, ritenuto di provenienza delittuosa, veniva sequestrato.

I successivi accertamenti hanno consentito di rilevare come parte della merce fosse provento di un furto perpetrato poco prima all’interno dell’abitazione di un artigiano sita in San-Andrea Apostolo dello Ionio. La refurtiva è stata restituita in parte al legittimo proprietario. Sugli alcuni strumenti recuperati saranno effettuati alcuni approfondimenti investigativi.
I due sono stati tratti in arresto, con l’accusa di furto aggravato in abitazione, e ristretti in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida. Saranno difesi dall’avvocato Giuseppe Vetrano.