Maltrattamenti in famiglia: libertà vigilata per un uomo di 52 anni

La misura cautelare eseguita dal Commissariato di Lamezia Terme su un input della Procura della città della Piana

La Polizia di Stato ha dato oggi esecuzione ad una misura di sicurezza provvisoria della libertà vigilata nei confronti di un uomo di 52 anni in quanto ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia aggravata nei confronti della moglie anche in presenza dei figli minori.

Le indagini sono scaturite dalla volontà della donna di denunciare i comportamenti sempre più aggressivi del marito. La querela sparta nei confronti dell’uomo ha permesso agli investigatori del Commissariato di Lamezia Terme di accertare le reiterate condotte vessatorie e violente poste in essere dal marito nei confronti della moglie la quale, peraltro, decideva nel frattempo di rimettere la querela sporta.

Nel corso delle indagini è stata acquisita, inoltre, certificazione medica dell’uomo con diagnosi di “disturbo ossessivo con idee di gelosia”. Accertata, quindi, una condizione di instabilità psichica ed in assenza di un adeguato trattamento ostacolato dallo stesso indagato che rifiuta le cure mediche, il sostituto Procuratore Della Repubblica presso il Tribunale di Lamezia Terme, Giuseppe Falcone, ha richiesto la misura di sicurezza provvisoria, che veniva accolta dal GIP presso il Tribunale di Lamezia Terme, Rossella Prignani.