Operazione Romanzo Criminale: scarcerato Alessandro Bartalotta

Associazione mafiosa, usura, estorsione, danneggiamenti, detenzione e porto illegale di armi da fuoco i reati, a vario titolo, contestati agli imputati

Quest’oggi la Corte di Appello di Catanzaro su istanza dei legali Antonio Lomonaco e Salvatore Staiano, ha disposto l’immediata liberazione di Bartalotta Alessandro, ristretto in carcere poiché accusato di far parte del clan Patania di Stefanaconi.

Il provvedimento di scarcerazione interviene anche a seguito della pronuncia della Cassazione che pochi giorni fa ha annullato la sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Catanzaro, disponendo un nuovo giudizio di secondo grado.

Associazione mafiosa, usura, estorsione, danneggiamenti, detenzione e porto illegale di armi da fuoco i reati, a vario titolo, contestati agli imputati. Gli omicidi ed i tentati omicidi, consumati nell’ambito della faida che ha visto contrapposti i Patania al clan dei Piscopisani da un lato e gli stessi Patania contro la consorteria dei Bartolotta-Calafati-Meddis di Stefanaconi dall’altro, sono già stati oggetto di un separato processo a Catanzaro nato da altra operazione antimafia denominata “Gringia”.