Assolta donna accusata di minacce contro ex assessore di Catanzaro: l’avvocato Pitaro chiarisce

"Il giudice ha derubricato il reato di minaccia in quello di ingiuria. L'ex assessore agirà per chiedere 100mila euro di risarcimento"

“In relazione al vostro articolo in cui vengo citato quale difensore di un ex assessore comunale e in relazione ad un procedimento penale oggi definito con assoluzione della parte querelata dal mio assistito, vi preciso che il giudice ha solamente derubricato il reato di minaccia in quello di ingiuria. Nient’altro”. Lo specifica in una replica l’avvocato Pino Pitaro.

“La notizia, così come pubblicata è parziale. Il dato oggettivo è che l’ex assessore è stato oggetto di un fatto grave da parte di una donna e ciò a causa della condotta esemplare del pubblico amministratore che ha tutelato l’interesse pubblico del Comune di Catanzaro. Ovviamente, resta inteso che l’ex assessore, in ossequio al dictum giudiziale, che ha acclarato il fatto grave di cui l’ex assessore è parte lesa, agirà in via civile per richiedere il pagamento della somma di euro 100.000,00 a titolo di danno esistenziale alla donna che ha ingiuriato il mio assistito.

Sarebbe anche il caso che su questa squallida vicenda il Comune di Catanzaro si costituisse congiuntamente al mio assistito per richiedere anch’esso il pagamento di tutti i danni morali e d’immagine patiti e patiendi. Quello che qualcuno oggi vuole far passare come una vittoria, può essere definita una vittoria di Pirro che ha solo procrastinato la condanna della donna che ha reso l’ingiuria”.