Quantcast

Caso Coronavirus a Catanzaro, due tamponi negativi tra quelli su sanitari e parenti della persona risultata positiva

Restano stabili intanto le condizioni del paziente risultato positivo e ricoverato nel reparto di Malattie infettive del Pugliese Ciaccio

Più informazioni su

    “Le condizioni del paziente risultato positivo al test Coronavirus, effettuato nel nostro ospedale, sono stabili”. A dirlo all’ANSA il direttore sanitario dell’Azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio, Nicola Maurizio Salvatore Pelle, che ha spiegato come “per l’uomo di 67 anni che si trova ricoverato nel reparto di Malattie infettive si stia ancora aspettando il risultato del secondo tampone dall’Istituto superiore di Sanità”. Pelle ha parlato di altri casi sospetti a Catanzaro per i quali è stato necessario effettuare un tampone: “In tutto quattro. Per due abbiamo già ottenuto il risultato che è negativo, per gli altri siamo in attesa di risposta”.

    Il direttore ha anche confermato che il paziente arrivato al pronto soccorso dell’ospedale “ha dichiarato di essere stato solo a Canazei (Trento), quindi non in zona Rossa, per questo si sta verificando se chi è entrato in contatto con lui tra il personale sanitario, lo ha fatto senza le protezioni necessarie, così da prendere misure adeguate come l’isolamento. Una organizzazione interna che serve a garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti”. Per i familiari e i contatti che il paziente può aver avuto fuori dall’ospedale, Pelle ha sottolineato come “facoltà dell’Azienda sia solo quella di comunicare tutto al Dipartimento di prevenzione dell’Asp” perché “possiamo solo agire all’interno delle mura ospedaliere”. Ieri sera, secondo quanto riferito dal direttore sanitario “un medico del Dipartimento, è venuto immediatamente e ha cercato di capire il percorso che aveva fatto il paziente, quali erano stati i contatti che aveva avuto e la stessa Asp avrebbe contattato gli interessati”. (ANSA)

    Più informazioni su