Coronavirus, temporanea chiusura al pubblico del CSV Catanzaro

"Ma continueremo a sostenere le associazioni"

Con il Decreto emanato il 9 marzo 2020 il Governo italiano ha modificato le indicazioni contenute nel precedente decreto dell’8 marzo 2020.Le nuove misure urgenti di contenimento del contagio da COVID-19 prevedono una serie di indicazioni che possono riguardare anche le associazioni e i soggetti del Terzo settore.

Oltre a prescrivere di «evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori e all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute», il decreto fa infatti riferimento a:

Sospensione degli eventi e delle competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti professionisti e atleti di categoria assoluta che partecipano ai giochi   olimpici o a manifestazioni nazionali o internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse o all’aperto senza la presenza di pubblico.

Sospensione di tutte le manifestazioni organizzate, degli eventi in luogo pubblico o privato, compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico. Sospensione delle attività nei cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, discoteche e locali assimilati.
Sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le università e università per anziani, i corsi professionali e le attività formative, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza. Al fine di mantenere il distanziamento sociale, è da escludersi qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa.

L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.
Sono chiusi i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura.

Sono sospese le attività di palestre, centri  sportivi, piscine, centri natatori, centri  benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti  nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.

IL CSV CONTINUA A SOSTENERE LE ASSOCIAZIONI

Visto il delicato momento che sta attraversando il nostro paese, continueremo a stare al fianco delle associazioni, ma riteniamo che l’atteggiamento più responsabile e corretto sia la chiusura al pubblico.

Potete continuare a contattarci, nei consueti orari d’apertura, telefonicamente allo 0961/794607 e tramite mail all’indirizzo info@csvcatanzaro.it o segreteria@csvcatanzaro.it .