Furto notturno a una sartoria in piazza Coculi

Infranta una vetrina, rubati capi di abbigliamento. I negozianti invocano maggiore sorveglianza

Un furto con scasso è stato perpetrato questa notte ai danni di una sartoria in piazza Larussa, i popolarissimi “Coculi”, da ignoti che hanno infranto la vetrina dell’esercizio, entrando nel locale e asportando del vestiario in conto lavorazione, oltre a un tablet. Il valore della merce è quantificabile, secondo la proprietaria, in circa mille euro.

La sartoria Ago e Filo, secondo le disposizioni per l’emergenza sanitaria, oggi doveva rimanere chiusa. Giocoforza la titolare ha dovuto invece aprire, e allertare, intorno alle nove, i carabinieri che sono subito accorsi per le verifiche del caso e raccogliere la denuncia. L’ora presumibile dell’effrazione è intorno alla mezzanotte tra mercoledì e oggi, poiché a quell’ora una vicina ha sentito rumore di vetri infranti, ma, affacciatasi su un vicoletto che non dà direttamente sulla piazza, non ha visto nulla di strano. Per entrare nel locale, i malviventi hanno usato un tubo di metallo, di quelli a strisce bianche e rosse che delimita marciapiedi o zone di transito.

Le merci sottratte sono quelle che di solito si portano per piccoli aggiustamenti di pieghe o di taglia: felpe, camicie e pantaloni, solo due paia di un discreto valore commerciale.

Nei pochi esercizi aperti, del genere alimentare, a questo punto è palpabile la preoccupazione. I titolari invocano maggiore sorveglianza nelle strade del centro, in queste giornate nelle quali la circolazione, anche pedonale, è di molto diminuita.