Quantcast

Coronavirus, controlli della polizia locale nei call center della città

Lo ha chiesto il sindaco "per verificare il rispetto delle norme di igiene e di sicurezza nei luoghi di lavoro"

“Facendo seguito a quanto già da me disposto nei giorni scorsi, la Polizia locale ha effettuato una serie di controlli nei call center ricadenti sul territorio comunale per verificare il rispetto delle norme di igiene e di sicurezza nei luoghi di lavoro”.

Lo afferma il sindaco Sergio Abramo annunciando un’ulteriore operazione avviata nell’ambito delle misure per la prevenzione e il contrasto della diffusione del coronavirus. Dalle ispezioni degli agenti del nucleo coordinato dal tenente colonnello Franco Basile, è stato finora riscontrato che in alcuni dei principali call center che hanno sede a Catanzaro non vengono rispettate pienamente le prescrizioni igienico-sanitarie imposte a livello nazionale.

La tutela dei lavoratori – evidenzia Abramo – deve essere messa al primo posto e, per questo motivo, le aziende sono diffidate a risolvere nell’immediato le criticità rilevate, dando seguito anche alle indicazioni giunte dal Governo nel favorire, ove possibile, le forme di lavoro agile a tutela dei dipendenti. I controlli nei call center cittadini si completeranno nelle prossime ore e l’allerta resterà alta per tutta la fase emergenziale. A tal fine, è in corso un’interlocuzione costante con il Dipartimento di prevenzione dell’Asp e il dipartimento Tutela della Regione per verificare l’effettivo rispetto di tutte le procedure imposte dai decreti governativi nei luoghi di lavoro”.