Quantcast

Rischio esodo, Santelli chiude la Calabria

Ordinanza della governatrice: "Si potrà entrare o uscire solo per comprovate esigenze lavorative legate all’offerta di servizi essenziali o per gravi motivi di salute"

“Ho appena firmato una ordinanza che prevede, con decorrenza immediata e fino al 3 aprile 2020, il divieto di ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio regionale“. E’ quanto rende noto il presidente della Regione Calabria Jole Santelli.

“Si potrà entrare o uscire dalla Calabria solo per spostamenti derivanti da comprovate esigenze lavorative legate all’offerta di servizi essenziali oppure per gravi motivi di salute. Ai trasgressori, alla luce della potenziale esposizione al contagio, si applica la misura immediata della quarantena obbligatoria per 14 giorni”, conclude Santelli.

Il mancato rispetto degli obblighi imposti dall’ordinanza, come è evidente, comporta anche l’applicazione delle sanzioni previste dall’art. 650 del Codice Penale, che punisce l’inosservanza di un provvedimento dell’autorità con l’arresto fino a tre mesi e l’ammenda fino a 206 euro, se il fatto non costituisce un più grave reato.

L’ordinanza del Presidente della Regione Calabria n.15 del 22 marzo 2020