Lancette un’ora avanti, più sole ma si dorme meno

In Italia esiste dal 1916 e fu adottata mentre il paese era impegnato nella Prima guerra mondiale.

Più informazioni su

    Questa notte ritorna l’ora legale ed alle due bisognerà passare avanti di un’ora i nostri orologi.
    Tale passaggio in avanti delle lancette rimpiazzerà l’ora solare, e tra le altre cose farà risparmiare sull’energia sfruttando un minore uso dell’illuminazione elettrica: in Italia esiste dal 1916 e fu adottata mentre il paese era impegnato nella Prima guerra mondiale.
    Effetto negativo di questo passaggio sarà che si dormirà un’ora di meno, ma nel contempo si potrò godere di un’ora in più di luce, con le giornate che si allungheranno. L’ora legale resterà in vigore fino al 25 ottobre, quando tornerà quella solare.

    Forse in tanti non si accorgeranno neppure dello spostamento, sia per via della giornata festiva che per lo stop legato alla pandemia da Coronavirus che ci costringe ormai da giorni a rimanere in casa e, inevitabilmente, a ridurre così i consueti impegni.

    Nonostante si sia parlato molto della possibilità di eliminare il cambio dall’ora solare all’ora legale, per ora l’Italia sembra aver rifiutato questa possibilità. Il Governo ha quindi disposto una richiesta formale al fine che tutto rimanesse secondo i termini e le abitudini degli italiani.
    L’Unione Europea ha abolito l’obbligo agli stati membri, ma per ora il nostro Paese non sembra aver aderito a tale disposizione. Si avrà tempo sino alla fine del 2021 e non ci resta che attendere quale sarà la decisione definitiva.

    Non dimentichiamo quindi stanotte di spostare le lancette in avanti-

     

    Più informazioni su