Cicas scrive a Daniele Rossi: “Condividiamo le sue idee, auspichiamo tavolo di lavoro”

In questa contingenza credo si debba attingere alle capacità e alle competenze di tutte le Associazioni

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Luigi Biamonte coordinatore provinciale CICAS al Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Daniele Rossi

Caro Presidente, leggo con piacere le Sue dichiarazioni in merito agli assegni e cambiali che , purtroppo, molti non potranno onorare con le catastrofiche conseguenze che ciò comporta.

Leggo con piacere in quanto le condivido appieno e in quanto avevo sollecitato ed evidenziato il problema ai miei colleghi delle altre associazioni in un tavolo aperto con l’ Assessore Sculco.

Non è certo il momento dei protagonismo ma mi piacerebbe che gli sforzi, le iniziative, le collaborazioni della mia struttura fossero menzionate. Con i colleghi e con Sculco avevamo deciso una concertazione e una univocità di comunicazione che vedo , con rammarico, disattesa.

In questa contingenza credo si debba attingere alle capacità e alle competenze di tutte le Associazioni. Scusi il mio sfogo ma penso che sia doveroso da parte mia rivorgerLe il dispiacere per la poca considerazione verso la mia struttura e per la poca coerenza dei miei colleghi.