Csm, c’è delibera per posti vacanti di vertice negli uffici giudiziari. Tra questi quello a Catanzaro

Libero il posto di procuratore generale di Catanzaro, dopo il trasferimento a Torino, deciso dal Csm, di Otello Lupacchini

Il Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura ha approvato all’unanimità la delibera della Quinta Commissione per una serie di posti vacanti di vertice negli uffici giudiziari italiani, tra cui quello di primo presidente della Corte di Cassazione, in vista del pensionamento di Giovanni Mammone il prossimo 17 luglio.

Tra gli altri posti messi a concorso ci sono quello di procuratore generale di Catanzaro, dopo il trasferimento a Torino, deciso dal Csm, di Otello Lupacchini, di procuratore capo a Bari, di presidente della Corte d’Appello di Milano, di procuratore capo di Caltanissetta. Il consigliere togato di MI Antonio D’Amato, ha espresso apprezzamento per il lavoro della V Commissione “per aver predisposto il bando in tempi strettissimi, per non lasciare scoperti dei posti apicali importanti e di frontiera, come tra gli altri, quello del Procuratore generale presso la Corte d’appello di Catanzaro e del Presidente del Tribunale di Nord, che dopo la nomina a fine gennaio della dott.ssa Garzo al Tribunale di Napoli, è vacante da febbraio del Presidente e di due presidenti di Sezione”.