Coronavirus, accordo sui nuovi orari di accesso al Comalca

Grossisti plaudono alle misure di contenimento. Sessioni di conferimento riservate alle sole giornate di martedì e giovedì

Il prolungamento delle disposizioni governative in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 ha indotto il presidente del Consorzio Mercato Agricolo e Alimentare della Calabria, Daniele Maria Ciranni, a prorogare a propria volta le misure già prese nei giorni scorsi per la gestione dell’emergenza presso il Mercato.

La decisione è giunta al termine della riunione di ieri che ha visto l’incontro tra la governance del Comalca e AssIng.Ort, l’associazione che raggruppa i grossisti del mercato rappresentata da Palmino Rotundo, nel corso della quale gli stessi rappresentanti dei grossisti hanno espresso il loro apprezzamento alle misure introdotte dal CdA aziendale, condividendone appieno tanto l’impostazione quanto l’efficacia.

Nella stessa riunione è stato poi consensualmente modificato lo schema orario degli accessi. Si tratta di un’altra misura volta a contingentare le presenze all’interno della stecca mercato e, al contempo, ottimizzare spazi e tempi di lavoro garantendo a tutti i soggetti interessati le migliori condizioni igienico-sanitarie e lavorative.

Nello specifico, ferma restando la chiusura del mercato per i privati e fino cessata emergenza sanitaria, le sessioni di conferimento sono riservate alle sole giornate di martedì e giovedì (8:15-11:00) e sabato (18:00-22:00). Rimangono invariate le sessioni dedicate agli acquirenti secondo lo schema disponibile all’indirizzo internet www.comalca.it/orari-tariffe/.

«Siamo felici che gli sforzi compiuti finora abbiano trovato non solo l’accoglimento ma anche il massimo rispetto da parte degli operatori, a testimonianza della sinergia di intenti che ci accomuna: continuare ad operare senza flessioni nella qualità e nei volumi, pur rispettando alla lettera le norme per il contrasto alla diffusione del coronavirus. Voglio quindi ringraziare gli operatori per il contributo dato alle modifiche agli accessi orari perché sono il sintomo di una vera attenzione alla vita del mercato», ha dichiarato il presidente Ciranni.