Targa Giangurgolo: Colacino replica a Lobello, nessuno ha controllato l’esatta e corretta scrittura

Non mi soffermo sulle manifestazioni carnevalesce sostenute in giro per l’italia a totali spese mie da più da 6 anni

Apprendo con piacere che la via già strada 20 di località Barone  sarà correttamente intitolata a Giangurgolo. Già che ci siamo sarebbe consigliabile aggiungere “Maschera Calabrese”.

Tengo a precisare all’assessore Lobello che, contrariamente a quanto  asserisce, sono venuto a conoscenza dell’orrore , perchè cosi si deve definire, sia per quanto riguarda la lingua italiana che per la conoscenza storica del personaggio, solo ieri 22 aprile 2020 da persona che mi ha inviato la foto pubblicata nel mio post sulla mia pagina ufficiale di Fb.

Targa Giangurgolo: Lobello: “Intitolazione e delibera risalgono al 2011”

Non ho aspettato, come lei con presunzione asserisce, anni per farlo notare, piuttosto mi meraviglia il fatto che nessuno abbia controllato l’esatta e corretta scrittura, prima di dare il via alla installazione del cartello.

Per quanto riguarda  l’invito che mi si rivolge , ricordo all’assessore Lobello, che quella sponda, che oggi mi porge e sulla quale stava comodamente seduta, si è fermamente opposta alla mia partecipazione alla manifestazione “Sarà 3 volte Natale” del dicembre 2018 . Lo ricorderà sicuramente.

Prima di invocare l’onestà intellettuale mia,  faccia lei un esame di coscienza tenendo bene in mente che la cultura non ha colore politico. Questa precisazione la dovevo ai tanti Catanzaresi che mi hanno chiesto come mai non avessi partecipato alla manifestazione Natalizia del dicembre 2018.

Non mi soffermo sulle manifestazioni carnevalesce sostenute in giro per l’italia a totali spese mie da più da 6 anni, ormai è un capitolo chiuso. Forse se le trecento e più maschere che incontro nelle mie trasferte, votassero a Catanzaro, avrei ottenuto qualche contributo. Forse…

Enzo Colacino