Quantcast

In trasferta per consegnare la droga: in manette due catanzaresi

Fermati in un'auto sottoposta a fermo amministrativo

Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Soverato hanno tratto in arresto, in flagranza di reato,  Antonio Passalacqua, 63enne, e il nipote  Antonio Abbruzzese, 23enne, entrambi residenti a Catanzaro e gravati da precedenti di polizia, ritenuti responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.

Nella circostanza, i militari, hanno fermato sulla SS 106, nel territorio del comune di Soverato, l’autovettura condotta dal Passalacqua e, all’esito di un’accurata perquisizione veicolare, hanno rinvenuto una busta in cellophane contenente 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo cocaina, di cui hanno tentato di disfarsi, e oltre 400 € in banconote di vario taglio. La sostanza stupefacente unitamente alla suddetta somma sono state poste sotto sequestro, per i successivi accertamenti tecnici di rito.

Il mezzo utilizzato, privo di revisione, è stato sottoposto a fermo amministrativo e affidato in custodia ad un parente del conducente. I due uomini, al termine delle formalità di rito, sono stati ristretti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida.