Fase 2, dal 18 maggio celebrazione delle messe con i fedeli

C'è il protocollo, documento consegnato al Comitato scientifico

Si ritorna in chiesa. O meglio, si ritorna a messa. Così sembrerebbe dopo la giornata di ieri in cui è stato fatto un passo importante, probabilmente il penultimo: il protocollo frutto dell’interlocuzione tra la Conferenza episcopale italiana e il ministero dell’Interno è stato consegnato al Comitato tecnico scientifico che coadiuva il governo nelle decisioni relative all’emergenza sanitaria in corso.

Su tutt’altro fronte, quello parlamentare, ieri alla Camera si è registrata l’approvazione trasversale alla ripresa delle messe con i fedeli e dei riti di altre confessioni: l’Assemblea di Montecitorio ha infatti dato il via libera a un emendamento al cosiddetto ‘decreto Covid’ che permette il ritorno alle celebrazioni partecipate una volta che sarà sancito l’accordo tra l’esecutivo e la Conferenza episcopale. La data è quella del 18 maggio.