Encomio per il tavernese Canino, direttore sanitario a Cremona

Molto attivo nei giorni peggiori della pandemia. L'omaggio dell'Amministrazione Comunale di Taverna

Più informazioni su

In trincea, c’era pure lui e ha saputo trasformare una professione in una missione: il medico di origini tavernesi Rosario Canino.

La provincia di Cremona è stata tra quelle più colpite dalla pandemia e lì prima linea c’è ancora  un direttore sanitario molto conosciuto nel paese  di Mattia Preti.

Rosario Canino non si è arreso a paura, stanchezza e sconforto: merita  ammirazione e gratitudine per generosità e professionalità. La riconoscenza è arrivata in modo solenne sabato scorso, 16 maggio 2020, presso casa comunale. Ufficio del primo cittadino Sebastiano Tarantino, è lì che c’è stata , via skype, la consegna virtuale di un encomio con tanto di pergamena per Rosario Canino. A ritirarla c’è stata, anche a nome di mamma Caterina Parrotta, la sorella Emanuela Canino  e dall’altra parte del collegamento il fratello, il  direttore sanitario di Cremona. Ha detto in remoto Rosario Canino : “Uno tsumani. E’ quello che abbiamo visto a Cremona. Ho fatto solo il mio dovere. Ho perso tanti amici, tra cui un medico. Invito tutti a non abbassare la guardia.”

L’Amministrazione comunale, con le  parole del sindaco Sebastiano Tarantino,  ha detto grazie al dottore  per “impareggiabile servizio reso durante l’emergenza  Coronavirus con grande competenza, dedizione, spirito di abnegazione e straordinarie doti umane e professionali, rendendo tutti i cittadini tavernesi orgogliosi di aver portato alto il nome della nostra amata  città di Taverna.”

 C’era e ha profferito parola, tra commozione e ammirazione, anche la  delegata comunale alla cultura Clementina Amelio: “ Abbiamo voluto  manifestare il nostro  orgoglio e  di tutta la comunità  per  l’eccellenza di un cittadino  di  Taverna, dimostrata oltre i confini della città e oltre i confini regionali. L’Amministrazione continua nel solco intrapreso, sin dal suo insediamento, nel voler promuovere le eccellenze di Taverna in ogni settore. Quando tutto questo finirà, vogliamo incontrare il dottore Rosario Canino di persona, qui a Taverna per un grazie mai scontato. Ancora una volta una persona del sud, della Calabria , della presila catanzarese  che sta dando prova al nord di competenza e eccellenza.”

La parte più difficile in questa surreale  vicenda pandemica  è alle professioni di aiuto per antonomasia: medici, infermieri, farmacisti  e altri operatori sanitari.

Più informazioni su