Quantcast

Depuratore, consigliere Belcaro: “Arriva l’estate e puntuale arriva la puzza”

E’ inaccettabile che le famiglie residenti in prossimità col depuratore siano costrette a vivere blindate dietro doppi infissi che fra l’altro non sempre riescono a contenere i miasmi.

Con l’arrivo della bella stagione e delle temperature più elevate, puntuale e triste, torna a farsi sentire prepotentemente la puzza del depuratore e per i cittadini residenti nel quartiere Marina, per tutti gli operatori economici, diventa il campanello d’allarme che scandisce la riproposizione di un incubo. E’ quanto scrive il consigliere comunale Nunzio Belcaro.

Ricordiamo che lo scorso anno gli stessi residenti hanno intrapreso una lunga e pacifica forma di protesta, esponendo striscioni in tutto il quartiere. Cambiavento, a Giugno dello scorso anno, favorì un incontro fra cittadini e istituzioni, ricostruendo tutti i passaggi dell’annosa vicenda.

Il Comune di Catanzaro dal 2012 ha a disposizione un fondo di 14,5 milioni di euro utilizzabili esclusivamente per un nuovo impianto di depurazione. Esiste un rischio concreto che queste risorse inutilizzate possano andare perse.

Sempre nella scorsa Estate erano stati annunciati lavori per la somma di 150 mila euro.

E’ fondamentale che l’Amministrazione risponda ai cittadini sulla questione, dichiari con trasparenza lo stato della situazione, se è perseguibile ancora l’unica strada realmente risolutiva, ovvero quella della realizzazione di un nuovo impianto; aggiornarli poi su quali lavori di manutenzione siano stati effettuati.

Ci auguriamo di non dover assistere nuovamente alla rabbia e allo sconforto dei cittadini che vedono ormai da troppi anni disattesa ogni speranza di soluzione.

E’ inaccettabile che le famiglie residenti in prossimità col depuratore siano costrette a vivere blindate dietro doppi infissi che fra l’altro non sempre riescono a contenere i miasmi.

Stiamo attraversando già un momento storico senza precedenti, fatto di paure e di incertezze. Ascoltiamo quelle di chi, in questi giorni, sta riaprendo o deve riaprire la propria attività, quelle di chi si sta già attivando per montare il proprio stabilimento balneare. Le difficoltà economiche ogni giorno si fanno più pesanti. Cittadini ed imprese- conclude Belcaro –  con coraggio si stanno facendo carico dei problemi per venirne fuori. Sarebbe inaccettabile arretrare di un solo passo all’assoluto senso di responsabilità che le istituzioni devono mantenere. Basta puzza.