Quantcast

Centro storico, Benetton e Sisley non riaprono

Lo sfogo dell’imprenditore titolare delle due attività

‘Benetton e Sisley non riaprono. Ancora non ho consegnato le licenze ma ho deciso di non riaprire’. Parla in modo perentorio Franco Giordano, non lascia dubbi l’imprenditore titolare delle due attività su corso Mazzini. ‘Purtroppo il Covid 19 è stato per noi il colpo di grazia, ma le sofferenze già si avvertivano da tempo.

Vorrei si ricordasse la mia storia – è lo sfogo – quando tempo fa contattai proprio catanzaroinforma.it per dire che io sì riaprivo, dopo aver già chiuso i battenti, che facevo uno sforzo nonostante le mie attività fossero in sofferenza, ma occorreva ci credessero tutti. Ora questa crisi del Coronavirus si è abbattuta su una situazione già in sofferenza’.
‘Non riesco a comprendere – aggiunge Giordano- come sia possibile che gli stessi cittadini catanzaresi mostrino questa disaffezione per la loro città, magari provando più soddisfazione ad andare a comprare fuori, a Lamezia Terme, a Cosenza, piuttosto che omaggiare il bellissimo centro storico. Un centro storico va amato prima di tutto dai suoi cittadini. Io i miei tentativi li ho fatti. Io ho aperto di domenica ma la città non mi ha risposto. Dirò di più, i commercianti non sono stati uniti, non hanno mostrato nei miei riguardi alcuna collaborazione, non hanno mostrato quell’unione che è l’unico modo per raggiungere obiettivi importanti. Ho pagato gli stipendi ai miei sei dipendenti fino alla fine, ma ora, anche questa crisi causata dalla pandemia ha peggiorato la situazione di difficoltà che già stavamo vivendo.

Non posso aprire. La mia riflessione cade anche su un capoluogo che inevitabilmente, con lo spostamento degli uffici dal centro storico al quartiere di Germaneto, si è trovata a cambiare la sua identità. Le difficoltà purtroppo ora non ci consentono di riaprire’.

immagine di repertorio