Sul gradino più alto della vita una lacrima può diventare mare salendo “le scale del successo”

Il senso della vita nei racconti dello psicoterapeuta Mauro Notarangelo

di Mauro Notarangelo*

…Igor camminava per le viuzze del paese. Era un giorno di calura e cercava lingue d’ombra sotto alberi dalle foglie arse dal sole. Trovò ristoro sotto un fico sedendosi  con le spalle al tronco ascontando i canti delle cicale. Era solito cadere in quel flusso d’armonia dove i pensieri scorrono come acqua in un fiume. In lontananza vide una scala con sette gradini e si ricordò di un libro che lesse in gioventu: I Sette scalini del successo!. Prese il taccuino che portava sempre con sé e iniziò a scrivere con la sua penna di piuma di Gufo i suoi pensieri sul foglio bianco

Il successo è un’opera d’arte! Occorre costruirlo con sapienza e cura

E’ un progetto da realizzare e un sogno da vivere. Il successo sta lì in cima alla scala. Un giorno occorrerà alzarsi e camminare e giungere ai piedi della scala e salire.

L’ambiente risponderà sempre alla parola Dove!

Il primo gradino sarà  L’Ambiente! Nasciamo in un luogo, e questo luogo sarà per noi risorsa e pericolo. L’ambiente in cui vivremo sarà la nostra casa, e la nostra casa sarà la pelle del nostro corpo. Non c’è esistenza senza casa, che sia di cemento, di cartone o che sia l’utero o una grotta. Dunque, vivetevi la casa, perché lì troverete tutti i vincoli e tutte possibilità. Respiratene l’aria e ossigenatevi. Sarà il vostro primo gradino. Siate complici della vostra casa e arredatela per bene secondo gusto, perché esprimerà il vostro essere più profondo. Curatela, godetevela, perché sarà cuore pulsante anche nei momenti più bui e sarà custode dei vostri segreti. L’ambiente risponderà sempre alla parola Dove! E il dove accadono le cosa ha la sua importanza perché la verità è sempre legata al contesto ed alle circostanze.

I Comportamenti saranno il Come delle vostre vite

Giunti al primo scalino sarete pronti per salirne un altro: I Comportamenti! Quanto sono importanti le azioni e i gesti che compite ogni giorno! Le azioni  che compirete diranno tanto di voi. Costruite abitudini sane perché le abitudini saranno la memoria del vostro corpo. Con le azioni costruirete il successo e darete senso alle vostre vite. Sappiate che s’insegna con le azioni e non con le parole. Imitate le buone azioni. I vostri figli impareranno dalle azioni compiute e non dalle parole dette e sappiate che i Comportamenti saranno il Come delle vostre vite. Con i comportamenti che stabilirete come spenderete il vostro tempo in vita.

Con le abilità saremmo anche in grado di trasformare i vincoli in possibilità e i problemi in opportunità

Compresi i due scalini, siamo pronti per il terzo: Abilità e Risorse! A questo livello sarete un pò più in alto, ma non tanto ancora. Dovrete cercare molto dentro di voi per trovar le virtù. Ogni essere umano ha delle risorse e delle abilità. Qualcuno li chiama talenti, altri li chiamano doni. Occorrerà individuarli e riconoscerli, perché con questi attrezzi potremo cambiare i comportamenti e aver la forza di modificare l’ambiente che non ci aggrada. Con le abilità saremmo anche in grado di trasformare i vincoli in possibilità e i problemi in opportunità. Esprimere un’abilità, ad esempio, potrà essere usar l’ironia per uscire da un problema o saper trasformar la tragedia in commedia e tanto altro.

Ed ora…desidero ancor più attenzione – scrisse Igor – quasi stesse parlando ad una platea senza confini

Le Convinzioni guideranno i comporamenti

Quarto scalino: Convinzioni!…ed entriamo nel mondo dei Perché! Inizierete a costruir un senso con dei link di logica e a disegnar la mappa che purtroppo molto spesso scambierete con il territorio. Inizierete a  legar gli accadimenti, le emozioni e le sensazioni ed ad impacchettarli e confezionarli secondo il senso creato. Le Convinzioni guideranno i comporamenti e saranno dei pilastri portanti per il senso delle vostre Identità. Ci saranno delle convinzioni autolimitanti che limiteranno i confini del vostro Io e delle convinzioni potenzianti che espanderanno i confini del vostro Io. Sappiate scegliere queste ultime convinzioni e pian piano supererete i vostri vincoli e vi libererete dalle vostre gabbie.

Ed ora…tenetevi forte, perché la testa potrà incominciare a girare.

Si possono cambiare i propri valori, soprattutto quando si è nel bel mezzo di una burrasca dove tutto quello in cui abbiamo fermamente creduto non esisterà più

Saliremo davvero tanto, perché entreremo nello spazio dell’importante che guiderà la vostra esistenza, lo scalino dei Valori!…Questo scalino risponde alla domanda: Che cosa è importante per te! e il che cosa è importante per voi farà compiere le azioni secondo quella direzione. Cambiare i propri valori sarebbe come cambiare la propria cultura o la propria educazione e la cultura o l’educazione è un vestito che ci è stato cucito addosso fin dalla nascita ed, a volte, non abbiamo saputo distinguerlo dalla nostra pelle. Si possono cambiare i propri valori, soprattutto quando si è nel bel mezzo di una burrasca dove tutto quello in cui abbiamo fermamente creduto non esisterà più. Puntate sul cambiamento e costruite nuovi valori e capirete che sarete voi a legiferare ed a normare la vostra esistenza.

Eccoci arrivati, siamo in alto, ma non tanto, perché stiamo per salire su un gradino dove si può incominciare a vedere l’orizzonte.

Chi crederete di essere condizionerà il vostro cammino molto più di chi effettivamente sarete

Lo scalino dell’Identità!…sappiate riconoscervi, e trattatevi bene, e sappiatevi costruire e ricostruire quando qualche calcinaccio sarà caduto. Rifatevi il look e non solo, perché la sostanza non sarà nella facciata. Chi crederete di essere condizionerà il vostro cammino molto più di chi effettivamente sarete. Chi crederete di essere poggerà sulle vostre convinzioni che seguiranno i valori. Sarà tutto un incastro. Siamo nella Reggia della Coscienza. Trattate la vostra coscienza come fosse una lucciola. Ogni tanto si spegnerà, ma quando accenderete la coscienza si disseminerà consapevolezza ed avere consapevolezza di sé sarà un gran passo per sapere che il mondo ne saprà sempre più di voi.

Lo Spirito lo vedi negli occhi di chi ha fede o di chi ha la consapevolezza di essere nato per svolgere una grande missione nella vita

Ed ora siete pronti per salire sul gradino più alto di tutti, l’ultimo: Lo Spirito!…E’ quello spazio che va al di là degli individui e che unisce tutti gl’individui in un’unica Umanità. Oltrepassa lo spazio ed il tempo e segue leggi quantiche. Sarebbe quel flusso che unisce ogni essere anche dall’altra parte del globo. Qualcuno la chiama Fede, qualcun altro Infinito. E’ uno spazio ed un tempo sovraumano. Lo vedi negli occhi di chi ha fede o di chi ha la consapevolezza di essere nato per svolgere una grande missione nella vita. Come fosse un destino più profondo quasi a travalicare l’esistenza terrena.

Ora che siete in cima alla scala, godetevi il panorama: è semplicemente meraviglioso e di uno spazio interminabile. Ascoltate il cuore che batte, respirate, toccatevi, siete vivi ed è la cosa più bella che vi potesse capitare. Cercate questa scala dentro di voi e la troverete.

La cosa fantastica e che più scenderete dentro di voi più salirete verso il cielo e da lì potrete osservare quanto è grande il mare

A tal proposito, un giorno andai in manicomio e chiamai Francesco, detto il Magno, perché si era sempre creduto Carlo Magno e gli dissi – Oggi usciamo! – Lui, impaurito mi rispose – Si! – Aveva 52 anni e non era mai uscito da quelle mura. Lo portati in cima ad una collina dove c’era una scala… vi salimmo, fecimo sette gradini…ci fermammo, e da lontano Francesco vide per la prima volta una distesa Blu. Mi chiese – Cos’è Igor? – Gli risposi – Il mare! – Mi disse con una voce tremolante d’emozione – Quanto è bello il mare…e quanto è grande!… – Stettimo lì molto tempo senza parlare. Si sentiva il vento. A me batteva forte il cuore. Mi accorsi che Francesco aveva una lacrima sulla guancia. In quella lacrima ci vidi il mare e dissi – Quanto è bella!… e quanto è grande!

Sul gradino più alto della Vita una lacrima può diventare mare

Capii di essere salito sul gradino più alto della Vita, quello in cui una lacrima può diventare mare, e comprendere che nello lo stupore di uno sguardo si cela il segreto di un incanto, come quello dell’incontro, all’orizzonte, dell’ultima goccia di mare con l’ultimo pezzo di cielo.

*Medico Psichiatra psicoterapeuta