Danneggiamenti e furti al Centro calabrese di solidarietà, ma l’area di proprietà comunale è ancora senza videosorveglianza

Ad essere presa di mira la sede del settore prevenzione in via Fontana Vecchia

Due tentativi di furto nel giro di poche ore, di cui uno andato a buon fine con la sottrazione di alcuni attrezzi e due poltroncine poste nell’atrio e un altro, la scorsa notte, con la conseguenza, non meno grave, di aver danneggiato i fili dell’elettricità causando così un potenziale pericolo. E’ questo il triste bilancio che il Centro calabrese di solidarietà deve registrare in poche ore.

Entrambi gli episodi si sono verificati nella sede del settore prevenzione di Via Fontana Vecchia, nel centro città, e sono stati denunciati ai poliziotti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Catanzaro.

Ma il dato più inquietante non è tanto l’entità dei danni o dei furti, per quanto sia stato preso di mira anche il sistema d’allarme con serio pericolo per l’incolumità per le persone se non ci fosse accorti di quanto accaduto, il problema è che la struttura di Via Fontana Vecchia è di proprietà del Comune di Catanzaro ed è ancora sprovvista di un impianto di videosorveglianza, pur essendo l’area, soprattutto nelle ore serali, frequentata da balordi che, a detta dei responsabili che hanno già scritto al sindaco, fanno uso di alcolici, lasciando per terra bottiglie e sporcizia di ogni genere.

Il presidente del Centro calabrese di Solidarietà, Isolina Mantelli, questa mattina ha inteso investire della questione, anche le altre istituzioni del territorio chiedendo che vengano adottate le misure del caso.