Upl sicurezza: Cuda responsabile provinciale di Catanzaro

"Francesco Cuda", secondo quanto riferito dal Coordinatore Regionale Tiziano De Santis, "è uno dei giovani più promettenti del panorama sindacale della Polizia di Stato"

Nuovissima nomina in casa UPL SICUREZZA, dove un altro importante tassello va ad inserirsi nello scacchiere delle nomine disposte dalla Segreteria Nazionale, su suggerimento del Coordinatore Regionale Tiziano De Santis. “Francesco Cuda è uno dei giovani più promettenti del panorama sindacale della Polizia di Stato” ci dice De Santis “una mia scommessa personale, ci tengo a sottolineare, con il quale andiamo a coprire una posizione di vitale importanza per questa Organizzazione Sindacale, ovvero quello apicale nel Capoluogo di Regione. Altra nota di rilievo è la conferma di questa Sigla Sindacale di voler continuare a dare fiducia ai giovani, consentendo un ampio respiro nel rinnovo delle cariche.”

Francesco Cuda, 31 anni, esperienza lavorativa nella Polizia Stradale in giro per la penisola e una fervida passione per la politica, non è nuovo all’attività sindacale “conosco personalmente Tiziano De Santis dai tempi di Vibo, quando eravamo in un’altra segreteria, e ho voluto seguirlo in questo progetto, che si sta rivelando vincente (vedasi le esperienze nelle provincie di Reggio Calabria e Cosenza, dove i numeri si stanno attestando su cifre interessanti), soprattutto per la possibilità data a noi giovani di dare il loro contributo.

La provincia di Catanzaro è un territorio, per quanto riguarda l’attività della Polizia di Stato, ricco di sfide quotidiane e di spunti interessanti per l’attività di tutela degli interessi dei colleghi, avendo uffici molto importanti dislocati fra il capoluogo e le città di Lamezia Terme e Soverato. Giova segnalare che la qualità della nostra azione si è già vista quando, in collaborazione con Luciano Roberto, mio predecessore, e all’unisono con la Segreteria di Cosenza, siamo riusciti a ragigungere in breve tempo il risultato del giusto riconoscimento dell’indennità di O.P. fuorisede “Covid” per tutti gli operatori della Polizia Stradale impegnati nei controlli.” E proprio a Luciano Roberto va un sentito ringraziamento per la grande attività svolta fin’ora e per la continuazione nell’impegno profuso, al fine di guidare il neo responsabile sulla strada giusta.