Nuova incursione al Centro Calabrese di solidarietà: vetrate rotte e vera devastazione. Il sindaco assicura telecamere entro sera foto

Isa Mantelli: "Vero atto di intimidazione, non abbiamo i soldi per riparare questo danno"

Ennesima atto che si può definire sfida e che mira alla devastazione del Centro Calabrese di Solidarietà di via fontana Vecchia a Catanzaro, che nelle scorse settimane è stato preso di mira da parte di ignoti di diversi furti e atti vandalici e sui quali indaga la Polizia che anche oggi è sul posto. Oggi l’ennesimo atto nei confronti di una associazione che da sempre si profonde per la città, per gli invisibili e le fasce più deboli della comunità. Chi ha agito ha distrutto le vetrate e introducendosi nei locali del centro avrebbe portato via degli oggetti, non si sa ancora bene cosa e a quanto ammontano i danni. Si sta procedendo in questo momento alla denuncia e alla stima dei danni. Una sfida che porta il segno di vetrate rotte, pietre lanciate contro le finestre, una bomboletta spry lasciata in terra, una sfida lanciata contro chi presidia il territorio.

centro calabrese solidarietà nuovo furto

“A questo punto – ha detto appena giunta sul luogo la presidente dell’associazione Isa Mantelli – è chiaro che da questo posto ci vogliono allontanare. Ci vogliono fare male. Non abbiamo i soldi per riparare questo danno. Il Centro Calabrese di solidarietà esce a pezzi dal periodo Covid. Sta leccandosi le ferite, con i lavoratori in cassa integrazione. E’ chiaro che non è solo un atto di vendetta, è un atto di intimidazione. Bisogna chiedersi cui prodest (a chi giova, ndr)”. Intanto raggiunta al telefono dal sindaco Isa è rassicurata sul fatto che saranno montate nuove telecamere entro le 20.00 di questa sera. Poco dopo, infatti, giungono sul posto i tecnici per installare le videocamere.
Giulia Zampina

I tecnici installano le telecamere al Centro calabrese di Solidarietà
centro calabrese solidarietà nuovo installate telecamere dopo devastazione