Quantcast

Jano, il quartiere dimenticato da tutti

Serie infinita di disagi

Gli abitanti del popoloso quartiere jano, abbandonati e dimenticati, si apprestano ad affrontare la stagione estiva con i problemi di sempre. Dallo spazzamento manuale che non viene effettuato, alla vegetazione spontanea sui cigli delle strada che non viene rimossa e che restringe la carreggiata rendendo pericolosa la circolazione veicolare. A segnalarlo è Raffaele Rubino, residente in zona ed ex presidente della I Circoscrizione.

Dalla viabilità comunale che risulta precaria, ed in alcuni tratti impercorribile, alla manomissione e carenza della segnaletica orizzontale e verticale. La zona – si legge nella segnalazione di Rubino – risulta ancora servita male da mezzi di trasporto pubblico , scarsa manutenzione della strada Provinciale che attraversa il quartiere e che continua a rimanere pericolosa, carenza delle barriere protezionali ed in prossimità dell’abitato nonostante le richieste dei cittadini non sono state collaudate  le bande rumorose o altri mezzi idonei a far diminuire la velocità dei veicoli.

Ed ancora il sistema fognario , privo dell’impianto si sollevamento, che scorre a cielo aperto. Ed in fine alla revoca delle ordinanze di sgombero, delle famiglie colpite dall’evento alluvionale dell’11 febbraio 2010, dal momento che i lavori di ricostruzione e messa in sicurezza delle aree investite dalla frana sarebbero state completate!

Ci si augura che gli Amministratori, che al momento delle elezioni invadono il quartiere e che sono spariti, si ricordino che la comunità ”janoara” paga i tributi con gli stessi diritti di tutti i Catanzaresi, e pretende gli stessi servizi .