Petronà, presentato progetto Africa Kit per lei paaga

Paaga” sta per donna e non tutte le donne stanno bene in Africa: ne ha coscienza la Chiesa evangelica di Petronà.

Più informazioni su

Ci sono sguardi che diventano incontri, ci sono incontri che si trasformano in impegno per una causa giusta.

Vale per la Chiesa Evangelica di Petronà che, insieme a Mesoraca e a Roccabernarda, ha presentato, ieri martedì 30 giugno  2020 presso Ministero Fonte di Grazia, il progetto di beneficenza  “Kit per lei Paaga”.

“Paaga” sta per donna e non tutte le donne stanno bene in Africa: ne ha coscienza la Chiesa evangelica di Petronà.

Ogni anno ci sono volontari che vanno nel vecchio continente per opere di carità  e lì ci si è accorti di qualcosa che fa male: le mestruazioni restano un tabù per molte donne africane. Senza assorbenti, le ragazze vivono il ciclo mestruale come un’onta malcelata  che culmina spesso nel suicidio o nella prostituzione.

La soluzione? Le mani. Mani che indicano, mani che sudano,  mani che cuciono, mani che assemblano, mani che asciugano lacrime. Un team di donne di Petronà e Mesoraca hanno messo insieme un fornito kit: donne africane troveranno dentro sapone, slip di ricambio e assorbenti realizzati con tessuti riciclabili. L’idea è stata di Febe Marrazzo e del pastore Giovanni Aiello, spesso in Africa insieme a  Teresa Caligiuri e Rosario Caligiuri. Del logo si è occupato Rosario Carianni, mentre Giusy Caligiuri, sempre  di Petronà, ha coordinato un  progetto hce merita aggettivi di grado superlativo. Quando la solidarietà è fatta con il cuore, a parlare sono i fatti: la Chiesa evangelica di Petronà fa scuola.

 

Più informazioni su