Confimpresa Italia Catanzaro favorevole alla temporanea pedonalizzazione del corso

"Concentrata in un periodo come questo certamente il centro storico non è frequentatissimo e quindi utile a rivitalizzare e attrarre presenze in centro"

“Tutte le esperienze di pedonalizzazione dei centri storici condotte negli ultimi decenni hanno messo in luce la loro efficacia nel valorizzare il tessuto urbano delle città”. Lo scrivono in una nota stampa Luigi Biamonte e Marisa Costa di Confimpresa Italia Catanzaro.

Le stesse, inserite in un sistema efficiente di mobilità e di parcheggi “ scambiatori” , hanno prodotto effetti notevoli anche sul tessuto economico delle aree interessate.Centinaia di auto non sortiscono sicuramente i risultati che centinaia di persone “ zigzaganti” che osservano meglio l’ambiente, le vetrine e che finiscono per acquistare di più rispetto alle aree intasate dal traffico veicolare.

Nelle aree pedonali si sosta di più nei servizi di ristoro, si gode di più delle bellezze culturali ed archichettoniche, ci si riappropria del proprio spazio e del proprio tempo, si riconquista l’identità della propria città.E’ fortemente indicativo che , laddove si sia operata questa scelta, il valore degli immobili è enormemente accresciuto a dimostrazione dell’aumentata percezione del prestigio degli immobili stessi. In poche parole :un’importante crescita culturale, sociale ed economica.

Ci fa specie che , nel momento in cui l’amministrazione Comunale e le rappresentanze sociali e datoriali prendono una coraggiosa decisione,di svolta, di cambio di passo, uno sparuto numero di commercianti avversino tale decisione. Un limitato numero che emerge, a quanto ci è dato sapere, da un’intervista posta loro anche in equivoco.Voglia ribadire che la pedonalizzazione è “temporanea” e “fortemente limitata temporalmente”. Essa è concentrata in un periodo (luglio) ove certamente il centro storico non è frequentatissimo e quindi utile a rivitalizzare e attrarre presenze in centro. Pedonalizzazione ancorata ad una ricchissima agenda di eventi culturali e di intrattenimento e ad una , a nostro parere, intelligente rimodulazione della mobilità urbana.

In fondo un laboratorio. Un laboratorio per immaginare la futura Catanzaro, un futuro centro storico moderno, efficiente , operoso ed alservizio del cittadino.Ci auguriamo che , a nostro avviso, i pochi operatori contrari si ravvedano e , finalmente, si propongano per la loro capacità di essere imprenditori lungimiranti e innovativi. La crisi si combatte con i fatti non con le polemiche e le parole”.