Biancaneve e i 7 nani in cemento sul lungomare sono abusivi, entro 48 ore la rimozione

 Indignato e rammaricato l’assessore Cavallaro

Più informazioni su

    Biancaneve ed i sette nani entro 48 ore devono tornare nel mondo delle favole che al momento non è sul lungomare del quartiere marinaro. Quelle installazioni di cemento, posizionate sul lungomare, dove per ogni opera ci vuole comunque il nullaosta del vincolo paesaggistico, non possono starci. Sono abusive, come qualsiasi opera in cemento non autorizzata. A prendere in mano la situazione, ricevuta la notizia il sindaco Sergio Abramo che alle 15 ha convocato una riunione, al termine della quale l’assessore Domenico Cavallaro, si è detto indignato e rammaricato per quanto è accaduto.
    “Non posso che esprimere il mio disappunto per quanto successo. Avevo ricevuto nelle scorse settimane i residenti che si sono presi cura delle aiuole e degli spazi sul lungomare proprio per concordare tutti gli eventuali interventi di abbellimento. Non sono bastati i miei inviti al confronto, perché oggi registriamo un altro episodio spiacevole. Ribadisco, come avevo già detto pubblicamente, che ogni attività che incide sull’occupazione del suolo pubblico deve essere concertato con l’amministrazione. Invito coloro che hanno installato le opere a rimuoverle entro 48 ore, altrimenti saremo costretti a provvedere noi con l’ausilio delle forze dell’ordine. In quanto amministratore, nelle mie funzioni di pubblico ufficiale, non posso rischiare una denuncia per inadempienze difronte ad un illecito”.

    Più informazioni su