La lite per un parcheggio finisce con un indagato per tentato omicidio

Un uomo nel tentativo di investire 4 persone aveva danneggiato la vetrina di un fast food

Più informazioni su

    Erano arrivate prima di lui nel parcheggio del fast food e si erano scelte il posto ma lui, un uomo di 54 anni, G.R., pretendeva di parcheggiare nello stesso stallo. Le ragazze, però, non hanno desistito: hanno lasciato la loro auto e sono entrate nel fast food. Stessa cosa ha fatto il 54enne che ha continuato ad inveire.

    A quel punto le due donne hanno chiamato il fidanzato e il suocero i quali, arrivati sul posto, hanno individuato l’uomo che non ha voluto sentir ragione. Dalle parole si è passati ai fatti. E’ iniziata una scazzottata che è proseguita fuori dal locale. Ad un certo punto l’uomo da cui era partito tutto si è messo in auto e ha tentato di investire le ragazze e i loro congiunti.

    Solo per un caso fortunato l’auto è finita sulla vetrina del fast food. Visti gli atti di Pg, il Pm Corrado Cubellotti ha deciso di ritenere indagato il proprietario dell’auto per tentato omicidio. Tutte le persone offese, compreso il titolare del fast food che si è vista danneggiare la vetrina del locale, sono difese dagli avvocati Giovanni Cacia e Antonio Lomonaco. Una delle parti offese è indagato a sua volta per lesioni. La sua difesa è affidata all’avvocato Valerio Murgano.

    Perde il controllo del suo mezzo e va a sbattere sulla vetrata di un fast food

    Più informazioni su