Rissa a Catanzaro Lido, la presa di posizione del Comitato Ristoratori 

'Ci preoccupa il rilancio della città dal punto di vista turistico'

Riceviamo e pubblichiamo a seguire la nota a firma “Comitato Ristoratori di Catanzaro”
Mentre la maggioranza di assessori e consiglieri comunali del capoluogo trascorrono come ogni anno le loro vacanze e i loro week end ospiti della Soverato di Alecci, (augurandoci possa essere il futuro candidato a sindaco), la città viene presa d ‘assalto da decine e decine di giovani “disagiati” della città, pronti, come ieri sera, a creare risse e distruggere locali.
Siamo convinti che non tutto accade per caso, così come il successo anche l’ insuccesso ha delle responsabilità ben precise.
Ciò che è accaduto ieri sera nel cuore della movida del quartiere Lido è la fotografia dell’ insuccesso di questa amministrazione comunale.
Ed è così che oggi tutti i nodi vengono al pettine.
Settimane di concertazione, confronti, tavoli istituzionali durante e dopo il lockdown con il sindaco Abramo, gli assessori e consiglieri competenti al ramo per programmare la ripartenza e la stagione estiva non hanno sortito alcun effetto, anzi, si palesa oramai un’ atavica assenza di programmazione e competenze specifiche per quanto attiene il rilancio della città dal punto di vista turistico.
L’ esempio è sotto gli occhi di tutti, l’ incapacità di un Sindaco di regolamentare una mini isola pedonale in centro  e ancor più grave, non saperla organizzare nel fulcro della movida la dice lunga in quale stato comatoso vive la nostra città.
Il covid ci ha ricordato che senza sicurezza sanitaria non ci può essere stabilità economica, e, noi ricordiamo al Sindaco Abramo che senza sicurezza non ci può essere rilancio turistico che a sua volta determina un rilancio economico del territorio. Siamo oramai allo sbando, senza una guida autorevole, che ci garantisca un futuro a cui rivolgere lo sguardo in maniera ottimistica“.