‘Addio pres’: il commosso ricordo giallorosso a Giuseppe Cosentino

Le parole di Floriano Noto, Simone Masini, Oscar Brevi, Sabrina Rondinelli. E i tanti messaggi affidati dagli ex ai social

E’ in lutto l’universo giallorosso, stretto attorno alla famiglia Cosentino, nel ricordo del vecchio presidente ‘mister GICOS’. La notizia del decesso, arrivata nel tardo pomeriggio di oggi, ha scosso profondamente tifoseria ed ambiente dando il “la” ad un continuo susseguirsi di messaggi di cordoglio.

«APPASSIONATO E VERACE» – Immediato quello degli attuali vertici giallorossi con in testa Floriano Noto. «La notizia mi ha lasciato incredulo – ha scritto l’attuale presidente sul sito ufficiale del club – e sono davvero dispiaciuto per la scomparsa di un uomo appassionato e verace che si è speso anima e corpo per la nostra squadra così come tutta la sua famiglia. Il mio abbraccio va all’amata moglie e alle adorate figlie – prosegue Noto – convinto che l’impegno imprenditoriale, sociale e nel mondo dello sport di Giuseppe Cosentino, saranno a lungo ricordati in una regione dove riuscire a fare impresa con successo non è per nulla semplice».

«UN UOMO AUTENTICO» – Voce di spogliatoio invece quella di Simone Masini, che proprio sotto la gestione GICOS ha fatto segnare il record giallorosso di marcature totali in una stagione (ben 21). «Gli anni passati a Catanzaro con il pres sono stati anni speciali – ha ricordato l’ex punta – Abbiamo avuto la fortuna di vincere subito e l’immagine che ho di lui è quella di un uomo genuino e passionale: i suoi giri di campo, i suoi balletti, saranno forse roba inusuale per il calcio moderno ma restano segni distintivi di una persona vera ed autentica. Avevamo legato anche personalmente – ha aggiunto – il suo affetto era qualcosa a cui non ero abituato in Toscana. E mi dispiace sia andata così».

«QUEI PRANZI INSIEME, IL MERCOLEDI’…» – Sentito anche il ricordo di Oscar Brevi, trainer delle aquile nella stagione 2013/14 terminata con il playoff perso contro il Benevento. «Mi dispiace molto – ha detto il tecnico, quest’anno ad Olbia – con lui e con la piazza era scattata subito la scintilla. Insieme abbiamo fatto una cavalcata importante, partendo dall’obiettivo salvezza arrivando fino al traguardo della quasi promozione. Ricordo il suo abbraccio al pubblico ad ogni vittoria – ha detto – e l’appuntamento fisso ogni mercoledì a mangiare pesce, tutti insieme, prima della doppia seduta di allenamento: scaramanzia, certo, ma anche un modo di vivere il calcio partendo dai rapporti umani».

«GRAZIE PRES» – Già, i rapporti umani. Quelli che hanno legato fin dagli albori mister GICOS ai suoi collaboratori in società. Tra questi anche l’avvocato Sabrina Rondinelli, consulente legale e delegata ai rapporti con Federcalcio e Lega. «Parlare in questi momenti è estremamente difficile – ha affermato – Insieme abbiamo vissuto tutte le tappe dell’avventura a Catanzaro e lo ringrazio per avermi dato la possibilità di difendere i colori della città e della squadra. E’ stato un grande presidente – le sue parole – Mi rimarranno per sempre il suo entusiasmo totalizzante e la passione trasmessa ad ogni vigilia di partita».

COMMOZIONE – Anche sui social è stato forte il tam-tam di messaggi di cordoglio. Come quello del belga Van Ransbeeck – “Buon viaggio presidente, grazie per tutto” – o quelli di Gianluca Di Chiara – “È stato un piacere conoscerti, ciao presidente” – di Daniel Leone – “Riposa in pace presidente è stato un piacere conoscerla” – e di Giordano Fioretti – “Addolorato per la scomparsa, mi stringo alla famiglia del Presidente Cosentino: un presidente con la P maiuscola, un uomo che ha dato tanto per il Catanzaro”.