Quantcast

Cimitero di Santa Maria, cittadini indignati: ‘Obitorio di attesa indecente, abbandono e buio’

Molte segnalazioni a catanzaroinforma.it. 'Sull'illuminazione? Dall'ufficio cimiteriale mi hanno risposto che devo chiamare io, privato cittadino, la ditta privata che fa manutenzione'

‘A egregie cose il forte animo accendono le urne dei forti’, scriveva Ugo Foscolo. Ma non serve scomodare il poeta per sapere quanto per ognuno di noi  possa avere valore affettivo, sacro, il luogo nel quale riposano i propri cari. La regola non vale, però, per il cimitero che si trova nel quartiere di Santa Maria. Ripetute (e sempre più piene di rabbia) le segnalazioni che arrivano alla redazione di Catanzaroinforma.  L’abbandono regna, perché il cimitero è senza luci, al buio, perché il luogo della tumulazione non è dignitoso, perché l’erbaccia è dappertutto.

“Che dire e cosa pensare dello stato in cui versa il cimitero di Santa Maria? – a parlare è Armando Coppin – sono rimasto avvilito e intristito. Sabato scorso abbiamo accompagnato la salma di mia madre e, in attesa di tumulazione-  è stata “depositata” in un locale chiamato “obitorio del cimitero” , e che si trova in una piccola costruzione alquanto fatiscente per usare un eufemismo. Mancanza assoluta di sistema di raffreddamento (siamo a luglio)…e lì, in attesa fino a lunedì se non anche martedì. Nessuno dei responsabili può fare qualcosa per trovare una soluzione a tutto questo? Perché un momento così doloroso deve essere accompagnato da una così grande mancanza di rispetto?

Faccio poi presente il degrado nei vialetti e nell’area verde con erba che cresce senza cura alcuna e mancanza di cassonetti per la raccolta di fiori secchi delle tombe (o i visitatori devono portarli via per il loro smaltimento?)”.nAncora, a indignare i cittadini sono le non risposte che arrivano dall’ufficio cimiteriale. Questa volta a causa dell’illuminazione che non funziona. ‘‘E’ da un mese che  – a parlare è Giuseppe Lacroce – che il cimitero è a luci spente la notte, cosa che non dovrebbe accadere.

Ho segnalato all’ufficio cimiteriale e dopo un rimando infinito di telefonate a numeri che non rispondevano, e un ufficio tecnico che avrebbe dovuto rispondermi ma a quanto pare inesistente, mi è stata data una risposta incredibile: ‘Vada a cercare sul lampione la ditta di manutenzione privata che se ne occupa e la contatti’. Ma i rapporti con le ditte private li avrà l’amministrazione, che c’entrano i cittadini? Paghiamo le tasse per sentirci prendere per i fondelli? E allora chi lavora lì che ci sta a fare?’’