Quantcast

Controlli anti-assembramento: denunce e sanzioni dei Carabinieri

Disposta la chiusura di un locale notturno a Soverato. Denunciati titolari delle licenze alla Procura di Catanzaro

Nel week-end appena trascorso, i Carabinieri della Compagnia di Soverato, con il supporto di personale del Nas e dell’Arpacal di Catanzaro, hanno eseguito un controllo straordinario del territorio finalizzato alla prevenzione e al contrasto del fenomeno epidemico da covid-19.

In particolare, a Soverato, nel corso di due controlli ai locali Drop e Lab, sono stati denunciati in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Catanzaro, i tre soggetti titolari delle rispettive licenze, per disturbo del riposo delle persone. Gli stessi, a vario titolo, avrebbero esercitato senza la prevista perizia fonometrica e di impatto acustico e organizzato, senza l’apposita licenza, una serata danzante, superando di 100 decibel il limite previsto dalla normativa di settore.

Inoltre, nel medesimo contesto, è stata disposta la chiusura di uno dei suddetti locali per 5 giorni, poiché è stato rilevato un assembramento di persone, adibendo l’area esterna della struttura in discoteca, con contestuale sanzione amministrativa di € 400. Analoga sanzione è stata elevata nei confronti di uno dei suddetti soggetti, per non aver custodito l’elenco degli avventori del locale per 14 giorni.

Infine, 2 giovani della zona, di 30 e 22 anni, sono stati segnalati alla Prefettura di Catanzaro, quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e marijuana.