Quantcast

Fiamma Tricolore: Zona sud della città sottratta alla sovranità delle Istituzioni

Si registrano “occupazioni” di appartamenti Aterp lasciati “temporaneamente” non presidiati dai titolari

Non è certo una novità che alcune zone, specificatamente quelle poste nella zona Sud – tra Santa Maria e Lido – di Catanzaro, siano praticamente sottratte alla Sovranità delle Istituzioni e non è certo una novità che la vita per i cittadini non appartenenti a determinate etnie o famiglie sia molto “difficile”, usando un eufemismo, in quella zona. E non esageriamo assolutamente se affermiamo che queste difficoltà si sono addirittura moltiplicate negli ultimi tempi rendendo ormai la vita di questi nostri concittadini “impossibile”. E’ quanto si legge in una nota del nucleo militante Catanzaro di Fiamma Tricolore.

Tanto anche a seguito delle quotidiane “occupazioni” di appartamenti Aterp lasciati “temporaneamente” non presidiati dai titolari del diritto generalmente a causa di viaggi per andare a trovare congiunti in altre Città o per ricovero in ospedale od in case di riposo, viaggi dei quali gli “abusivi” vengono tempestivamente informati dalla potente ed informatissima organizzazione nata per sfruttare questo nuovo e lucroso affare – che si aggiunge ai furti di auto, allo spaccio di droga, allo sfruttamento di ragazze e minori e quant’altro di illegale costoro ci hanno da tempo abituato – ai danni di cittadini indifesi e dell’intera comunità catanzarese.

Una Comunità –gli “Italiani”, come costoro li chiamano in una sorta di razzismo inverso – costretta ad assistere, oltre all’occupazione delle case, al loro svuotamento di mobili e suppellettili, spesso non ritenuti all’altezza dai nuovi occupanti, essi stessi sempre più spesso provenienti da altre Città se non altre regioni.

  Una situazione assolutamente insopportabile a cui l’Aterp – proprietaria degli appartamenti in parola – e la Regione, che ne ha il controllo unico, non riescono a porre argine pur prodigandosi in promesse ed annunci ad effetto di intervento cui, praticamente MAI, seguono fatti concreti.

Fatti concreti che la Segreteria del MSI-Fiamma Tricolore di Catanzaro, restando a disposizione per ogni possibile ulteriore chiarimento ed approfondimento, chiede siano al più presto messi in campo, atteso che ormai il problema è divenuto di Ordine Pubblico, dalle Istituzioni dello Stato quale Prefettura e Questura, certo di concerto con le sunnominate Aterp e Regione, ognuno per quanto di competenza.