Pietragrande tra incuria e degrado: la segnalazione e l’amarezza dei residenti e dei turisti foto

Più volte è stato chiesto agli Uffici competenti di provvedere alla pulitura ma, ad oggi – ormai nel pieno della stagione estiva – ancora la situazione è pericolosamente immutata

Riceviamo e pubblichiamo. 

 

Siamo un gruppo di proprietari e abituali villeggianti di Pietragrande la casa dello Scoglio più famoso della Calabria . Più volte ci siamo rivolti agli uffici comunali di Montauro per segnalare la grave situazione di degrado, incuria e pericolo che ormai dilaga per le strade di questa meravigliosa località di mare.
E’ pacifico, infatti, che sia onere della Pubblica Amministrazione provvedere alla manutenzione e messa in sicurezza delle aree, anche di proprietà privata, latistanti le vie pubbliche. Ma quest’anno la situazione che abbiamo riscontrato è davvero preoccupante .

Dal materiale fotografico raccolto è evidente infatti lo stato di abbandono, trascuratezza e di sporcizia nelle aree latistanti le strade. Circostanza che rende impossibile parcheggiare in modo adeguato le autovetture in prossimità delle proprie abitazioni. Non solo: i molti turisti che in questo periodo popolano la zona sono costretti a parcheggiare le automobili selvaggiamente e lungo la carreggiata in quanto le estremità delle stessa sono occupate da rami, erbacce, spazzatura e alta sterpaglia, recando danno, disagio e repentaglio.
Non solo: lo svilupparsi di piante incolte e di erbacce, costituisce serio pericolo per l’incolumità pubblica e dei villeggianti in quanto espone al rischio di incendi in prossimità delle abitazioni, interferendo con la corretta fruibilità e funzionalità della strada.

Più volte è stato chiesto agli Uffici competenti di provvedere alla pulitura ma, ad oggi – ormai nel pieno della stagione estiva – ancora la situazione è pericolosamente immutata.

E’ evidente lo stato di abbandono in cui versano alcune aree, sia all’interno che all’esterno dei centro abitato, per le quali non vengono eseguite le ricorrenti operazioni di sfaldo dell’erba e potature delle essenze arboree; Sono infatti presenti seccumi, marcescenza, sterpaglia e rami spezzati a seguito di passati eventi meteorologici avversi nonché di recenti lavori effettuati da personale ENEL .

Ci auguriamo pertanto che il nostro appello venga accolto e che chi di dovere possa provvedere con urgenza alla pulizia di dette aree e alla rimozione di rifiuti e quant’altro possa essere ricettacolo per topi e veicolo di malattie e infezioni , e mantenendo le condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi.
Ciò anche al fine di garantire il decoro e soprattutto la salubrità del centro abitato e dell’ambiente.
Siamo così fortunati a poter godere di questo posto meraviglioso e dovremmo oggi più che mai cercare di preservarli e di valorizzarli.