Gestione del turismo nel quartiere marinaro, note liete e dolenti di una domenica d’estate foto

Le segnalazioni social del consigliere Eugenio Riccio

Luci e ombre. Chiaro scuri. Comunque la si voglia leggere ci sono due facce della gestione degli spazi pubblici nelle giornate estive nel quartiere marinaro. A metterli in evidenza i numerosi post del consigliere comunale Eugenio Riccio. Da un lato c’è la Pineta di Giovino che, nei giorni più affollati, diventa da polmone verde a parcheggio senza regole per automobilisti indisciplinati. Ma la lotta al bullismo urbano coinvolge tutti ormai. Cittadini che segnalano, consiglieri che scrivono post social e forze dell’ordine che non mollano la presa. Nei giorni scorsi sono stati gli agenti della Questura di Catanzaro ad intervenire per assicurare il dovuto controllo, oggi è stato il turno della Polizia Municipale che ha sanzionato tutti gli automobilisti che hanno occupato spazi comuni e in cui il divieto di sosta è ben evidente.

Ma per una nota positiva ne arriva subito una stonata.

L’allargamento di un lido privato avrebbe suggerito, non si capisce a quale tecnico, di modificare il percorso della passerella per disabili, rendendola simile ad un circuito. Nessuna discesa diretta a mare dunque per chi non è autosufficiente, ma un arzigogolato percorso che ovviamente rende tutto più difficile.

Chiari e scuri, luci e ombre. Ma soprattutto carenza di basi minime nel provare a rispettare le regole del vivere civile e comune.