Rapine in uffici postali, tre arresti dei Carabinieri foto

Gli inquirenti hanno individuato i presunti responsabili del colpo a Sambiase e del tentativo a Falerna. Incrociate testimonianze e immagini delle telecamere di sorveglianza

Più informazioni su

Sono finiti in carcere con l’accusa di essere gli autori di un colpo messo a segno l’8 febbraio dello scorso anno nell’ufficio postale di Sambiase a Lamezia Terme e del fallito tentativo di rapina alle poste di Falerna avvenuto un mese prima. 

arresti lamezia rapine

Due pregiudicati di Sinopoli, il 50enne Rocco Fiorenti  e il 53enne Antonio Leonello sono stati incastrati dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme, che analizzando le immagini delle telecamere di video sorveglianza e incrociandole con le dichiarazioni dei testimoni sono riusciti a dare un nome ai presunti malviventi che con il volto coperto e armati di mazze e una pistola poi risultata giocattolo sono riusciti a svaligiare l’ufficio postale lametino. 

Le indagini, coordinate dalla procura di Lamezia Terme, hanno consentito di ricostruire anche gli spostamenti dalla banda nelle fasi precedenti e successive alla rapina e di ritrovare l’auto utilizzata, risultata rubata.

Nell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale lametino ed eseguita dai carabinieri delle Compagnie di Lamezia e di Palmi sono contestati i reati di rapina aggravata in concorso e furto aggravato. 

I due arrestati, rinchiusi nel carcere di Palmi, sono indagati anche per il tentativo di rapina avvenuto un mese prima nell’ufficio postale di Falerna. Anche in quella circostanza, infatti, un gruppo criminale, minacciando il personale con armi e spranghe, aveva tentato di appropriarsi del denaro custodito nella filiale, ma il meccanismo di chiusura della cassaforte  aveva scoraggiato i criminali, inducendoli subito a dileguarsi a bordo di un’auto rubata due giorni prima a Lamezia Terme.

La visione degli impianti di video sorveglianza ha consentito ai carabinieri di identificare il presunto autore del furto dell’auto, il pregiudicato lametino Salvatore Massaria, di 58 anni, anch’egli finito in carcere. 

Più informazioni su