Quantcast

Circolo “Almirante” di FdI: la pineta di Giovino preda dell’inciviltà

Il gruppo politico chiede interventi mirati

“Anche ieri abbiamo assistito inermi e demoralizzati ad un’altra edizione del festival dell’incivilta’ nel “teatro” della pineta di Giovino. Un festival che vede come giornata clou quella di ferragosto e come concorrenti i soliti ignoti, quelli che danno ampia prova delle loro doti incivili e irrispettose verso la comunità e verso un patrimonio paesaggistico come la pineta di Giovino”.

A dichiararlo il circolo  “Giorgio Almirante” di Fratelli d’Italia  che lo scorso anno, in vista del ferragosto, aveva invitato le istituzioni ad intervenire e ad istituire un tavolo sinergico per fronteggiare una problematica ormai nota e, dunque, facilmente prevedibile. Un festival che dura dall’alba fino a tarda sera “colorato” da camion ed enormi tavolate che hanno stazionato nelle aree d’ingresso della pineta, con la musica ad alto volume a farla da padrone. Tutto arricchito da barbecue a fiamma alta e dalla totale assenza di mascherine o un minimo di distanziamento sociale.

E’ normale che questo impatto d’immagine – continua il direttivo del circolo “Almirante” di FdI – ha destato non poco fastidio tra la popolazione, che voleva vivere tranquillamente, nel pieno rispetto di tutto e di tutti, la pineta o la spiaggia a ridosso di essa nella giornata di ferragosto. Noi – conclude il circolo meloniano della Marina di Catanzaro – ci chiediamo: quando sarà possibile intervenire realisticamente per dare a ferragosto ( o ad altre giornate similari come la Pasquetta) l’immagine di una città degna di questo nome?  Non vogliamo entrare nel merito delle competenze, smarcandoci dall’area della tuttologia, ma possibile che nessuno ha visto ciò che abbiamo visto noi e tanti cittadini? Noi amiamo i festival , ma quelli veri, quelli civili e soprattutto quelli che portano il nome della nostra città in alto . Di questi tristi e di cattivo gusto non sappiamo proprio che farcene!”.