Quantcast

Federazione Dc: Nuovo Cdu ricorda Sturzo, De Gasperi e Moro

Tassone: Questo incontro non è affatto nostalgico o liturgico ma vuole recuperare la forza di una storia politica e culturale di civiltà, democrazia, libertà e partecipazione

L’attualità della lezione politica di don Luigi Sturzo, Alcide De Gasperi e Aldo Moro: è stato questo il tema di fondo che ha caratterizzato il ricordo di tre grandi protagonisti del ‘900 organizzato oggi, a Catanzaro, dal Nuovo Cdu. Due i momenti nei quali si è snodato il ricordo di Sturzo, De Gasperi e Moro: prima una messa in suffragio nella parrocchia San Nicola e poi, nel rispetto delle misure anti-Covid, una serie di interventi e di testimonianze. A concludere l‘iniziativa è stato Mario Tassone, più volte parlamentare e esponente di governo con la Democrazia Cristiana e oggi segretario nazionale del Nuovo Cdu, partito impegnato nella costruzione della Federazione Dc.

“Questo incontro – ha esordito Tassone – non è affatto nostalgico o liturgico ma vuole recuperare la forza di una storia politica e culturale di civiltà, democrazia, libertà e partecipazione per trasfonderla nella realtà presente. Oggi viviamo una crisi profonda, un tentativo di disgregare una costruzione democratica del Paese, da qui l’attualità del messaggio e della lezione di don Sturzo, De Gasperi e Moro, figure che – ha ricordato il segretario nazionale del Nuovo Cdu – guardavano in prospettiva, guardavano alle giovani generazioni, guardavano al bene comune e non all’interesse particolare, figure che oggi più che mai ci stimolano ad avere l’entusiasmo, l’energia, le prospettive, le speranze, le idee forti che non ci sono più”. Tassone ha poi aggiunto: “Stiamo costruendo la Federazione Dc proprio per perseguire questo obiettivo. È uno sforzo enorme, immane, che abbiamo il dovere di fare per riportare al centro la politica fatta di grandi idee, grandi slanci, grandi passioni. Ricordiamo don Sturzo, De Gasperi e Moro perché non voglio rassegnarmi al fatto che la storia e il filone dei cattolici democratici non ci siano più nella vicenda politica del Paese, mentre invece prevalgono l’avventurismo politico, l’approssimazione, l’impostura, il conformismo, l’assenza di passione e di cuore”. All’iniziativa hanno inoltre partecipato Nino Gemelli, già europarlamentare, dirigenti ed esponenti del Nuovo Cdu.