Quantcast

Quartiere Pistoia, si rompe un tubo in via Caduti XVI Marzo: case popolari a secco foto

Inutili le segnalazioni dei residenti a vigili e prefettura. Ora chiedono aiuto

Il caldo, l’afa, il disagio, la necessità. C’è tutto nell’esigenza di avere acqua a casa . Nel bene e nel male, la carenza idrica riprende ogni priorità quotidiana soprattutto se vivi con persone disabili o hai dei bambini piccoli. Igiene è sinonimo di salute, da sempre certo, ma figuriamoci oggi, nel tempo covid.

Eppure da sabato sera l’acqua non c’è in un palazzo di case popolari in via Caduti XVI Marzo nel quartiere Pistoia. La segnalazione di uno dei residenti somiglia molto ad una richiesta d’aiuto: “Sabato sera si è rotto un tubo che alimenta il fabbricato e già domenica mattina abbiamo dovuto fare i conti con i disagi che ne comporta. La chiamata a vigili urbani, vigili del fuoco, prefettura e protezione civile non è servita a nulla. Si, le abbiamo provate tutte. Perchè c’è chi ha un bambino di 15 giorni di vita o chi deve badare a gente anziana e ammalata: senza acqua è impossibile. Nel frattempo ci laviamo con acqua potabile, ma forse dopo 5 giorni meritiamo un minimo di attenzione. Viviamo in case popolari, ma non siamo cittadini di serie B”.