Quantcast

Rinascita Scott, accolta richiesta dei legali: Pittelli sarà visitato da uno psichiatra

"Forte stato di prostrazione" per il noto penalista rinchiuso da mesi nel carcere di Nuoro e accusato di concorso esterno in associazione mafiosa

Il gip del Tribunale di Catanzaro Teresa Guerrieri ha accolto l’istanza degli avvocati Salvatore Staiano e Guido Contestabile legali di Giancarlo Pittelli, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa nell’ambito dell’inchiesta Rinascita Scott e recluso da diversi mesi nel carcere di Nuoro, che avevano richiesto che il noto penalista venisse sottoposto a visita specialistica.

Prossimamente quindi uno psichiatra valuterà lo stato di salute di Pittelli da tempo in uno stato di “prostrazione psicologica per effetto della carcerazione” secondo quanto sostenuto nell’ultima richiesta dei legali a revocare la custodia cautelare poi rigettata dal gup Saccà.

Pittelli, che nei giorni scorsi ha ricevuto la visita del parlamentare Vittorio Sgarbi che ha potuto verificare le sue condizioni complessive e aveva definito preoccupanti, ha anche chiesto ovviamente per tramite dei suoi avvocati di essere giudicato con il rito immediato e quindi evitare l’udienza preliminare del processo Rinascita Scott, in programma a settembre, e passare subito al dibattimento.