Certificato di nascita: come richiederlo e a cosa serve (anche all’estero)

Il certificato di nascita serve per molte pratiche amministrative. Ecco come fare richiesta del certificato di nascita (anche per l'estero)

Il certificato di nascita è un documento rilasciato da un ufficiale del comune che certifica i dati anagrafici del nuovo nato. È indispensabile in molte circostanze diverse, sia nei primissimi mesi e anni di vita per svolgere tutte quelle pratiche burocratiche che servono per ottenere i documenti come la carta d’identità o la tessera sanitaria, e sia più avanti. Ad esempio, il certificato di nascita italiano può essere richiesto per vari motivi quando si vive all’estero, ad esempio per fare la domanda della Green Card negli Stati Uniti.

Ma come richiedere il certificato di nascita? Quali informazioni contiene esattamente e qual è la differenza con documenti dal nome simile, come atto o estratto di nascita? Ve lo spieghiamo subito.

Il certificato di nascita: cos’è?

Si tratta di un documento rilasciato dal comune di residenza tramite il quale vengono certificati i dati anagrafici di una persona, come nome e cognome, data e luogo di nascita, numero e data dell’atto di nascita.

Atto di nascita e certificato di nascita sono dunque due documenti distinti. Mentre il secondo riguarda solo i dati anagrafici, il primo è il documento di registrazione di un nuovo nato nello Stato Civile da parte del Comune, e include anche l’ora di nascita, nome e cognome dei genitori e dati relativi allo stato civile della persona, come matrimoni, divorzi, tutele particolari. Le informazioni presenti nell’atto possono essere estrapolate tramite l’estratto di nascita o estratto dell’atto di nascita (che in pratica è un documento riassuntivo dell’atto di nascita).

Quali informazioni contiene?

Il certificato di nascita italiano è una dichiarazione  rilasciato dall’ufficiale del comune di residenza nel quale vengono riportate le seguenti informazioni:

  • Nome del comune ed eventualmente lo stemma di quest’ultimo
  • La dicitura “ Certificato di Nascita”
  • Nome e cognome
  • Data di nascita
  • Luogo di nascita
  • Numero e data dell’atto di nascita rilasciato dal comune
  • Firma e timbro dell’ufficiale del comune.

A cosa serve?

Il certificato di nascita è il punto di partenza della vita amministrativa e anagrafica di una persona. È da lì che si possono fare altre pratiche e richieste di documenti molto importanti nella vita del cittadino come il codice fiscale, il rilascio della tessera sanitaria e via dicendo. Inoltre è indispensabile per svolgere molte pratiche burocratiche quando si vive all’estero. Si tratta dunque di un documento molto importante.

Come richiedere il certificato di nascita?

Di solito per fare la richiesta del certificato di nascita l’interessato/a o uno dei genitori (se minorenne) deve recarsi di persona all’ufficio anagrafe del comune di residenza (o di nascita) munito di un documento d’identità in corso di validità. Se i genitori non sono coniugati, devono essere presenti entrambi.

Il certificato di nascita può anche essere richiesto da altre persone, a patto che conoscano i dati anagrafici del bambino o della bambina, ma il richiedente deve sempre essere munito di un documento d’identità in corso di validità.

Alcuni comuni accettano le richieste di certificato di nascita tramite posta certificata allegando il proprio documento d’identità in corso di validità, o tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) o Fax.

Ormai, con l’aiuto della tecnologia, alcuni comuni italiani hanno adottato la soluzione digitale per rilasciare questo tipo di documento. Quindi non c’è più l’obbligo di recarsi fisicamente all’ufficio anagrafe ma basta collegarsi al sito internet comunale ed inoltrare la richiesta del certificato di nascita online dal proprio dispositivo smartphone o pc. Per farlo bisognerà compilare l’apposito modulo e allegare copia del documento d’identità in corso di validità in formato digitale.

Le stesse modalità si applicano anche al bambino straniero nato da genitori stranieri legalmente residenti in Italia.

Il certificato deve essere richiesto al comune italiano dove l’atto di nascita è trascritto anche nel caso in cui si risieda all’estero, perché non viene in genere rilasciato da ambasciate e consolati.

Quanto costa richiedere il certificato di nascita?

Il costo per la richiesta di questo documento varia a seconda della modalità di richiesta:

  • €16,52 se richiesto in carta da bollo
  • €0,26 se richiesto in carta libera.
  • Gratuito se richiesto tramite fax o PEC.

Certificato di nascita internazionale

Il certificato di nascita internazionale è un certificato rivolto a coloro che sono nati in Italia e che hanno bisogno di un certificato di nascita tradotto in varie lingue.  Va richiesto secondo le medesime modalità elencate sopra, ma è valido soltanto nei paesi che hanno aderito alla convenzione di Vienna del 1976 che sono: Argentina, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Capo Verde, Estonia, Francia, Germania, Croazia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Moldavia, Romania, Serbia e Montenegro, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia.

Per tutti quei paesi che non hanno aderito a questa convenzione – come Stati Uniti, Gran Bretagna, Australia, Russia, Messico, Brasile, ecc – occorre produrre una traduzione asseverata (detta anche giurata).

Come tradurre il certificato di nascita?

Per fare valere il proprio certificato di nascita in un altro paese non aderente alla convenzione di Vienna bisogna farlo tradurre da un traduttore asseverato, cioè un traduttore autorizzato dallo Stato a fare questa tipologia di traduzioni. Una volta effettuata la traduzione, occorre portare il documento originale con la traduzione in prefettura per la legalizzazione.

Far tradurre il certificato di nascita da un traduttore asseverato può essere piuttosto costoso, ma per fortuna su internet è possibile trovare delle agenzie che offrono questo servizio a prezzi particolarmente competitivi. È il caso dell’agenzia Ibidem Group, azienda che collabora con traduttori giurati esperti in varie lingue, e tramite cui si può tradurre il certificato di nascita italiano in inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese, ecc.

Un ultimo consiglio: attenzione ai siti che, con nomi spesso simili a quelli degli uffici comunali, richiedono questo certificato e altri documenti a pagamento e spesso offrono anche la traduzione. Richiedete il vostro certificato solo tramite i siti comunali e per la traduzione rivolgetevi esclusivamente a un traduttore asseverato!