Il loro impegno e la loro professionalità per lottare contro il covid. Infermiera catanzarese al Gran Premio di Monza

E' stata selezionata tra 250 operatori sanitari di tutta Italia. "Ci siamo confrontati su quanto accaduto nei rispettivi ospedali"

“È appena calato il sipario sul Gran Premio di Formula Uno di Monza e mi preparo a rientrare nella mia Catanzaro, stanca ma appagata perché ho avuto la possibilità e l’onore di essere selezionata per essere presente a questo grande evento sportivo. L’avvenimento è stato organizzato e fortemente auspicato dal Presidente dell’Automobil Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani, a cui vanno i miei ringraziamenti, che ha voluto, con questa lodevole iniziativa riconoscere l’impegno di noi addetti ai lavori e, per citare le sue parole, che hanno voluto essere un segnale di ripartenza: “ricordare chi, in questi mesi ha lavorato per tutelare la salute di tutti”e lo continua a fare.

In un Autodromo chiuso al pubblico, causa Covid 19, noi 250 operatori, tra personale medico, dell’assistenza sanitaria e della Protezione civile scelti sul territorio nazionale, abbiamo non solo assistito ad una gara automobilistica che non ci ha risparmiato sorprese, ma abbiamo avuto anche avuto l’occasione, seppur per un tempo davvero esiguo, di confrontarci sulle esperienze vissute in questo periodo di pandemia all’interno dei nostri rispettivi nosocomi.

Concludo ringraziando il Primario Dottore Lucio Cosco,e su indicazioni del delegato della Regione per l’emergenza Covid ,Dottore Antonio Belcastro che mi hanno dato questa opportunità selezionandomi per rappresentare  la Calabria e l’Unità  Operativa di Malattie infettive dell’ Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro”.

Patrizia Teresa Zinzi, infermiera professionale in forza all’unità operativa di Malattie Infettive dell’azienda ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro